fbpx

Cascata delle Marmore illuminata risparmiando e raggiungibile con auto elettriche; escursioni archeologiche tra Umbertide e Montone; finanziamento per le attività turistiche e gli eventi realizzati per la promozione del territorio umbro


Tre progetti per la valorizzazione del territorio, mettendo insieme l'ecosostenibilità, la cultura, l'uso di nuove tecnologie e gli eventi, sempre nel rispetto dell'ambiente. Tre progetti per il territorio umbro, da Terni a Perugia, e per il tessuto economico produttivo regionale.
La prima notizia arriva da e riguarda il Comune di Terni, dove la Cascata delle Marmore diventa tecnologica e osservabile (e raggiungibile in maniera ecologica) anche di notte. Oggi c'è infatti la presentazione delle colonnine elettriche e della nuova illuminazione del getto delle acque. Si tratta, spiegano dal Comune, di interventi di valorizzazione e di miglioramento turistico nell'ambito della collaborazione tra il Comune di Terni e Asm Spa, con il sostegno logistico dell'ATI 165 m Marmore Falls, gestore del sito naturalistico.
Alle 19,30 quindi l'inaugurazione di due colonnine di ricarica per auto elettriche, che saranno collocate al piazzale Fatati della Cascata delle Marmore. Le due si aggiungeranno alle altre tre esistenti a Terni, ampliando così l'infrastruttura per la mobilità elettrica. La giornata proseguirà con la presentazione degli itinerari Umbria Green Card per l'utilizzo delle auto elettriche e con le Nuove prospettive per il turismo eco-sostenibile. L'obiettivo è quello di incoraggiare un turismo nel quale la natura e il rispetto per le bellezze paesaggistiche siano strumenti di sviluppo e crescita. Alle 20,30 verrà infine inaugurata ufficialmente la nuova illuminazione artistica della Cascata delle Marmore. Il progetto di Asm migliora, sottolineano i progettisti, significativamente l'attuale impianto, non solo per la sua resa cromatica e l'uniformità del fascio luminoso, ma soprattutto dal punto di vista dei consumi dell'energia con un risparmio di circa 105.000 kW annui che corrispondono a oltre 25.000 euro di minori spese per il Comune di Terni, grazie alle nuove tecnologie di ultima generazione.

La seconda buona notizia per il turismo in Umbria arriva dalla Regione e riguarda Umbertide e Perugia, dove è stato presentato il progetto "Archeo-hiking Umbertide-Montone", che ha l'obiettivo di potenziare i due musei cittadini Santa Croce di Umbertide e San Francesco di Montone (in provincia di Perugia) attraverso la valorizzazione del patrimonio archeologico e del territorio.
Il progetto, finanziato nell'ambito del bando per la valorizzazione di itinerari tematici, prevede l'allestimento di nuove esposizioni legate ai reperti archeologici provenienti dai due territori e itinerari turistici intercomunali attraverso percorsi di hiking (escursioni), che collegano i due musei con i siti archeologici dei ritrovamenti. Una passeggiata archeologica tra i siti di Monte Acuto di Umbertide e di Santa Maria di Sette di Montone e che si sviluppa su 25 chilometri di tracciati, alla scoperta delle bellezze naturalistiche e storiche del territorio, tra testimonianze millenarie di umbri etruschi e romani.
"Il progetto sintetizza le linee delle politiche culturali e turistiche della Regione Umbria che individuano nella capacità dei Comuni di fare rete l'elemento trainante di promozione e sviluppo culturale e turistico dell'Umbria. In questo caso, il protagonismo degli attori locali ci consente di conoscere un'Umbria diversa, non solo una regione famosa per il Medioevo e il Rinascimento, ma terra di culture e civiltà che vanno dalla preistoria alla contemporaneità. Riscoprire questo patrimonio dell'Umbria consente di ridefinire l'offerta turistica regionale e di ampliare le opportunità di crescita e sviluppo" ha spiegato l'assessore regionale alla cultura, Fabrizio Bracco.

Infine, sempre dalla Regione arriva la notizia dei 300.000 euro messi a disposizione di soggetti privati per incentivare le attività turistiche attraverso un bando regionale. "La Regione Umbria mette a disposizione ulteriori 300.000 euro per il potenziamento e la migliore qualità dell'offerta turistica nelle aree rurali, a sostegno degli eventi organizzati da soggetti privati" ha affermato l'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini, rendendo noto che è stato pubblicato il bando regionale per la concessione degli aiuti previsti dalla misura 313 "Incentivazione di attività turistiche" del Programma di sviluppo rurale per l'Umbria 2007-2013 rivolto a privati che organizzano iniziative per la valorizzazione del territorio e delle sue componenti.
"L'Umbria offre produzioni agricole di qualità e ricchezze paesaggistiche e culturali uniche su cui far leva per lo sviluppo economico e occupazionale delle nostre aree rurali. Una scommessa che vede impegnati enti pubblici, a cominciare dalla Regione, partenariati pubblico-privati quali le Strade del Vino e dell'Olio e anche operatori privati. È a questi ultimi che ci rivolgiamo con questo bando, per il quale abbiamo destinato parte delle economie accertate a fronte degli impegni assunti sulla misura 313 della programmazione che si sta concludendo" ha aggiunto Cecchini. Le iniziative ammesse a sostegno possono essere localizzate su tutto il territorio regionale, con l'esclusione dei centri urbani di Perugia e Terni. Sono ammissibili al sostegno le spese per attività di progettazione e realizzazione di iniziative per la valorizzazione del territorio e delle sue componenti, di supporti promozionali a carattere informativo e pubblicitario quali depliant, guide, cartine, ma anche siti web, cd rom, video, produzioni radiotelevisive e cartellonistiche, delle spese generali e di coordinamento organizzativo dell'iniziativa. È previsto un aiuto del 50% rispetto alla spesa ritenuta ammissibile e il contributo sarà compreso fra un minimo di 5.000 e un massimo di 30.000 euro. Il bando è disponibile nel portale istituzionale www.regione.umbria.it nella sezione Bandi.

LEGGI ANCHE: La Provincia di Terni rappresenta l'Italia in Europa grazie al "turismo acquatico"

Umbria, 1,6 milioni di euro per lo sviluppo delle aree rurali

La collaborazione vincente Umbria-Cai per il turismo ambientale

Turismo accessibile, l'Umbria si impegna con l'Europa