fbpx
palazzo re enzo bologna

La Giunta del Comune di Bologna ha approvato le linee guida di un bando per la promozione turistica di Bologna. Al soggetto selezionato saranno affidati 4,2 milioni di euro in tre anni, Palazzo Re Enzo e le Due torri per realizzare gli obiettivi fissati dall'Amministrazione comunale

Dopo il logo interattivo, presentato lo scorso dicembre, e dopo l'indotto milionario generato dalla mostra dedicata alla Ragazza con l'orecchino di perla, Bologna prosegue il suo percorso per incrementare la visibilità del proprio brand e conseguentemente i flussi di turisti e visitatori.
La giunta di Virginio Merola ha infatti approvato le linee di indirizzo propedeutiche alla redazione di un bando dedicato alla selezione di un progetto per la promozione turistica della città. La scelta del Comune, spiega una nota ufficiale, segue le linee di indirizzo programmatiche del mandato e quanto stabilito in sede di Piano Strategico Metropolitano, dove è stata condivisa la scelta di definire un progetto unitario di promozione nazionale e internazionale di Bologna. A questo proposito, la Giunta ha presentato in questi giorni il documento "Bologna 2021: linee di indirizzo per il management e il marketing turistico territoriale" che propone le principali linee guida dello sviluppo auspicato della città come destinazione, con particolare riferimento alla promozione del sistema turistico locale verso i segmenti leisure e MICE. Rappresenta, inoltre, lo schema fondamentale di indirizzo per la selezione che verrà pubblicata nei prossimi giorni.
L'esigenza di definire una politica di marketing urbano unitaria per Bologna, specificano dal Comune, nasce dalla necessità di sviluppare nuovi segmenti dell'economia locale con potenziale inespresso e dalla mancanza di una precedente strategia dedicata alla promozione territoriale, dalla frammentazione dei soggetti e delle competenze sia pubbliche che private. L'iniziativa del Comune è da intendersi come contributo a una più complessiva azione che la città sta mettendo in atto, grazie agli investimenti e alle sinergie espresse dai vari attori economici e associativi interessati a valorizzare la destinazione Bologna e il sistema turistico locale. In questa direzione, l'amministrazione bolognese si muove individuando una progettualità che possa usufruire solo in parte di risorse comunali per coprire una sfera di attività che apre una nuova frontiera di innovazione e sussidiarietà.


I soggetti partecipanti alla selezione, dunque, dovranno presentare un'ipotesi di "Progetto per il management e il marketing territoriale triennale per la destinazione Bologna". A supporto del progetto selezionato, l'amministrazione comunale metterà a disposizione:
- un finanziamento per un importo complessivo di 4.200.000 euro registrato nel Bilancio Poliennale del Comune, di cui 1.200.000 euro per l'anno 2014, 1.500.000 euro per l'anno 2015 e 1.500.000 euro per l'anno 2016, che troverà la necessaria copertura grazie al contributo della Camera di Commercio, deliberato a seguito del citato protocollo di intesa, per un importo di 500.000 euro all'anno e per il resto come reimpiego assolutamente prioritario dell'imposta di soggiorno del Comune di Bologna. Tale budget sarà da reinvestire esclusivamente in attività di accoglienza a livello locale, di promozione a livello nazionale e internazionale, coerentemente con la strategia di management e marketing territoriale triennale presentata nel progetto di gara;
- il sito turistico ufficiale del Comune di Bologna attualmente registrato con il dominio http://www.bolognawelcome.com, nelle sue diverse versioni e nelle funzioni di redazione;
- i beni patrimoniali che il vincitore della selezione utilizzerà per le finalità del progetto (e nel rispetto dei vincoli urbanistici, architettonici e delle condizioni d'uso imposte dall'amministrazione) sono il complesso Palazzo Re Enzo-Palazzo del Podestà per la parte di proprietà comunale, le Due Torri, il locale IAT di piazza Maggiore per attività di promozione ed accoglienza, ed eventuali altri immobili che potranno essere individuati prima della emissione del bando.

 

Le linee di indirizzo complete sono scaricabili in pdf a questo link: http://www.comune.bologna.it/sites/default/files/documenti/Bo2021lineemarketingturisticoterritoriale.pdf

 

LEGGI ANCHE: La ragazza con l'orecchino... d'oro: indotto milionario per la mostra a Bologna

Bologna, il nuovo logo è un alfabeto interattivo

Bologna, il turismo cresce del 35% rispetto al 2012

 

Nella foto, Palazzo Re Enzo