fbpx

Mi considero un fortunato, uno di quelli che secondo Luca Ricolfi rientrerebbero nella ‘società signorile di massa’, dunque un pensionato attivo, in discreta salute e con buona propensione alle spese per viaggi. Così avevo immaginato il mio pensionamento un paio di anni fa: una lunga sequela di viaggi di corto e medio raggio, di vacanze stanziali, facendo un accurato slalom tra le varie proposte di collaborazione che ancora mi sarebbero arrivate (e mi arrivano). Sì, una pensione se non dorata almeno luccicosa, di cui a parlare nel periodo drammatico che stiamo vivendo quasi mi vergogno.

Mi affaccio dal mio balcone e ne vedo tanti altri come il mio su un cortile rettangolare, luminoso, con un’acustica che so essere buona perché quando abbiamo cantato l’inno d’Italia sembrava un teatro.

Il lockdown è una noia per molti, ma un vero e proprio incubo per le vittime di violenze domestiche. Ricordiamocelo e condividiamo il messaggio: non siete sole

Un viaggio intorno al mondo tra le pagine social delle destinazioni. Ecco alcuni esempi di chi ha deciso di restare on line condividendo messaggi di responsabilità ma anche di speranza

I bambini stanno bene. Ogni mattina di quarantena questo è il mio primo pensiero. Il mondo soffre, migliaia di persone muoiono senza sosta, ma gli innocenti della strage questa volta non sono i bambini.

Subcategories

Questo sito utilizza cookie tecnici che ci consentono di migliorare il servizio per l'utenza. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Cookie e Privacy Policy. Leggi di più