La Regione Lazio mette a disposizione delle sue imprese ricettive ben 19 milioni di euro al fine di migliorare l’offerta turistica e valorizzare i beni culturali del territorio.

La Regione Lazio punta sul turismo per rilanciare la sua crescita ed ha messo in campo due bandi con lo scopo di sostenere le aziende del settore. Tra fondi europei e fondi regionali, saranno messi a disposizione 19 milioni di euro per innovare e far crescere il settore ricettivo e dei beni culturali. Ben 15 milioni di euro (11 milioni di fondi europei Por- Fesr 2014-2020 e 4 milioni di fondi regionali) saranno erogati a fondo perduto e verranno destinati al turismo ed ai beni culturali. Nello specifico saranno ammessi a finanziamento i progetti che puntano ad una maggiore efficienza energetica delle strutture, con particolare riferimento alla sostenibilità ambientale, alla digitalizzazione dei servizi turistici, al miglioramento dell’accessibilità per i disabili ed allo sviluppo di turismo enogastronomico, business e congressuale.

Per i beni culturali potranno essere migliorate le tecnologie ad essi connessi per il restauro, la conservazione, la valorizzazione, la loro gestione e la fruizione. I destinatari di questo provvedimento sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza ed eventuali aggregazioni temporanee. L’Avviso relativo al bando sarà pubblicato entro la fine di novembre e la procedura sarà a sportello, con la trasmissione delle domande per via telematica.

Un altro importante bando emanato nel Lazio riguarda “Piccolo Credito Turismo”, dedicato al settore alberghiero. In questo caso i fondi destinati sono 4 milioni di euro e verranno concessi dei finanziamenti a tasso zero ad imprese già costituite da almeno 36 mesi, con un importo minimo di 10 mila euro, fino ad un massimo di 50 mila euro. Questo bando è già aperto ed attivo ed ha lo scopo di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva laziale.