fbpx

Ogni anno premiate cento località e aree geografiche che si sono distinte per l’impegno nell’ambito del turismo responsabile ed ecosostenibile

Tre località italiane sono segnalate tra le TOP 100 Green Destinations del 2016. Green Destinations è un’organizzazione no-profit con sede in Olanda che costituisce una piattaforma globale per le località che si distinguono per il turismo responsabile e sostenibile. L’annuncio è stato dato a fine settembre nel Castello di Lubiana in Slovenia. Le località candidate a livello mondiale erano circa un migliaio e ad ottenere il riconoscimento per l’Italia sono state la valdostana Cogne, la provincia di Forlì-Cesena in Emilia Romagna e la frazione Monte Pisano, a Calci, in Toscana. Entro lo scorso giugno ogni località doveva compilare un dossier dettagliato secondo svariati parametri ambientali, energetici e sociali stabiliti dal Global Sustainable Tourism Council ed evidenziare altresì i progetti futuri. A far compagnia alle tre italiane ci sono prestigiose regioni come le norvegesi Isole Svalbard, la Repubblica di Palau in Oceania, l’area statunitense delle Cascate del Niagara, Are in Svezia, Città del Capo in Sud Africa, la Bretagna e tante altre località sparse dal Costa Rica, alla Corea del Sud, passando per i grandi parchi africani.
Monte Pisano ha ottenuto la segnalazione soprattutto in virtù dei network internazionali a cui prende parte: DiscOver55 insieme a Vulkanland in Austria, Izola in Slovenia e Lago Saimaa in Finlandia e FOOT Fit in Olive Trails, eventi sportivi in quattro territori uniti dalla coltivazione millenaria dell’olivo che si svolgono tra la primavera e l’autunno in Italia, in Slovenia, in Grecia e a Malta.
Gli atout di Cogne sono molteplici: il 95% del territorio è protetto dal Parco Nazionale Gran Paradiso, da due siti di importanza comunitaria (SIC) e da una Zona di Protezione Speciale. Inoltre una tutela speciale è riservata al Prato di Sant’Orso, insignito nel 2012 come Meraviglia Italiana. Cogne fa parte del gruppo di cooperazione europea Alpine Pearls che promuove la mobilità ecocompatibile.
La Provincia di Forlì-Cesena ha convinto i selezionatori per la ricchezza della cultura materiale e immateriale, per il lavoro di supporto e promozione ai produttori locali di cibi, vini e artigianato nonché per la qualità dei servizi turistici.