fbpx
Fellini e Pasolini

Pronto il nuovo progetto per promuovere “un territorio a naturale vocazione cinematografica”: si inizia con Pasolini, Fellini e Guareschi

Raccontare un territorio attraverso il cinema, le sue storie e i suoi autori: è questo l’obiettivo del nuovo progetto avviato in Emilia-Romagna per volontà di Andrea Corsini, assessore regionale al Turismo, e Massimo Mezzetti, assessore regionale alla Cultura, che vedrà la realizzazione di undici itinerari cine-turistici pensati per far conoscere al pubblico il lato del territorio emiliano-romagnolo più legato al grande schermo.

“Nessun’altra regione in Italia può vantare una ricchezza di autori e una centralità nella storia del cinema come l’Emilia-Romagna”, ha dichiarato con orgoglio Mezzetti. “Qui c’è un retroterra culturale, geografico e sociale unico che ne ha fatto una regione a naturale vocazione cinematografica”.

Il 25 marzo scorso in Regione sono stati presentati i primi tre itinerari che collegano registi, film e storie a città e paesaggi del territorio: il primo, “Le terre di Don Camillo e Peppone”, coinvolge il celebre “Mondo Piccolo” di Giovannino Guareschi tra Reggio Emilia e Parma; il secondo, “La Bologna di Pier Paolo Pasolini”, racconta la città nella quale il poliedrico artista nacque e trascorse sette anni della sua vita, a suo dire “forse i più belli”; il terzo è dedicato a “La Rimini di Fellini”, la città dove il grande regista visse fino al 1939 e da cui trasse ispirazione per i suoi celebri film. Di questi è già disponibile una brochure in italiano e in inglese, e la versione italiana è consultabile online sul sito emiliaromagnaturismo.it.

Gli itinerari di prossima realizzazione sono “Le Terre di Novecento”, “La Bologna del Cinema”, “La Ferrara di Michelangelo Antonioni”, “Il Piacentino di Marco Bellocchio”, “La Ravenna del Deserto Rosso e del Grido”, “Le Terre del Fiume Po”, “Le Terre di Zavattini” e “Suggestioni dall’Appennino”.
Agli itinerari saranno presto affiancati pacchetti turistici che completeranno l’offerta con proposte culturali ed enogastronomiche di valore.

“Il cine-turismo è un settore di grande interesse e con enormi potenzialità per l’Emilia-Romagna in termini di marketing territoriale e di attrattività turistica e culturale”, ha dichiarato l’assessore al Turismo Andrea Corsini. “Per mettere a disposizione di viaggiatori e appassionati la vocazione di questa terra di cineasti abbiamo, da un lato, avviato la promozione di itinerari e pacchetti turistici che hanno nel cinema il proprio filo conduttore, proponendo ai turisti luoghi evocativi unici; dall’altro, abbiamo previsto progetti per incentivare a lungo termine l’attrazione di nuove produzioni cinematografiche”.

L’iniziativa è frutto di un lavoro congiunto tra Apt Servizi, Emilia-Romagna Film Commission, la Fondazione Cineteca di Bologna e l’Istituto dei Beni Culturali (Ibc), con il coordinamento della Regione.