fbpx

I beni Unesco italiani raccontati grazie a cartelli promozionali posti lungo le autostrade, per scoprire luoghi inediti, fuori dai soliti circuiti turistici

L’Italia è il Paese che custodisce il maggior numero di siti Unesco in tutto in mondo e questo patrimonio è una risorsa da promuovere in ogni modo possibile. La Commissione Nazionale Unesco in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Dipartimento per le Infrastrutture, i sistemi informativi e statistici e la Direzione generale per la vigilanza sulle concessionarie autostradali stanno portando avanti un progetto denominato “Sei in un Paese meraviglioso” con lo scopo di valorizzare il territorio e promuovere i siti italiani presenti nella lista Unesco.

Le bellezze e le eccellenze italiane saranno protagoniste delle autostrade grazie a cornici dorate poste nelle aree di servizio, a cartelloni touring disseminati lungo la rete autostradale, grazie all’app My Way, ai totem multimediali e alla sezione dedicata sul sito www.autostrade.it per una promozione a tutto tondo dei luoghi ancora poco conosciuti ma di immenso valore storico-artistico.

Entro l’estate saranno 18 i beni Unesco presenti nel circuito autostradale ma per la fine del progetto sono previsti ben 40 siti coinvolti. Per il momento è possibile annoverare tra i siti Unesco di questa particolare promozione territoriale: le Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, il Centro Storico di Urbino, il Centro Storico di Pienza, il Centro Storico di San Gimignano, il Centro Storico di Siena, le Ville e i Giardini Medicei della Toscana, i monumenti paleocristiani di Ravenna, la Cattedrale, la Torre Civica e la Piazza Grande di Modena, l’Orto Botanico di Padova, la città di Vicenza e le Ville di Palladio nel Veneto, Ferrara città del Rinascimento e il suo Delta del Po, Crespi D’Adda, il Palazzo Reale del XVIII secolo di Caserta con il parco, l’Acquedotto Vanvitelliano e il complesso di San Leucio, i Trulli di Alberobello, Castel del Monte, Tivoli e Villa d’Este, il Centro Storico di Napoli, l’Area Archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata. Avere l’opportunità di visualizzare lungo le autostrade le immagini promozionali di questi luoghi consentirà di vivere delle esperienze turistiche non consuete e permetterà a territori poco conosciuti di emergere nel panorama turistico nazionale e internazionale.