fbpx
torino alpi piemonte po

Un nuovo strumento a disposizione delle imprese per districarsi tra finanziamenti europei, nazionali e locali

Una guida per il turismo in Piemonte a uso e consumo di imprenditori e aziende: è la nuova iniziativa realizzata da Regione e Confindustria per aiutare gli imprenditori del settore turistico a sfruttare al meglio i finanziamenti europei, che stanziano 125,5 milioni solo sul Fondo di sviluppo regionale per il periodo 2014-2020.

Una guida ai fondi e alle risorse economico-finanziarie: risorse comunitarie dell’Unione Europea, fondi diretti e indiretti, fondi per la cooperazione territoriale con Francia e Svizzera, fondi regionali e misure nazionali. Tutto ciò che può servire per dar vita a progetti, iniziative e nuove realtà nell’offerta turistica regionale piemontese. In questa regione il turismo rappresenta il 4% del prodotto interno lordo e produce mediamente 37 posti di lavoro per ogni milione di spesa.

“Il Piemonte in questi anni ha lavorato bene. Due giorni e mezzo di permanenza media sono però pochi. È pertanto necessaria una collaborazione trasversale per valorizzare ulteriormente le potenzialità dei territori” ha spiegato l’assessora regionale al Turismo, Antonella Parigi. Dal punto di vista delle aziende, l’intervento di Luca Tonelli, presidente di Federturismo Confindustria Piemonte, ha sottolineato che “la domanda è ampia, ma spesso non trova soddisfazione, così il territorio perde competitività rispetto a sistemi come Trentino e Toscana. È opportuno avvalersi di tutte le risorse a disposizione e soprattutto lavorare in rete, per le imprese più piccole non c'è altro modo per accedere ai fondi Ue”.
Il mezzo per accedere a questi finanziamenti, come ha spiegato il presidente di Finpiemonte spa, Fabrizio Gatti, “è puntare alle risorse mirate al miglioramento della performance energetica delle strutture, alla digitalizzazione, alla valorizzazione delle aree naturali e del patrimonio culturale. Il potenziamento e la qualificazione dei servizi turistici passa anche per l'efficienza ambientale e l'investimento in tecnologie pulite. Nel nuovo ruolo attribuitole dalla Regione, Finpiemonte amplia il proprio raggio d'azione, favorendo l'accesso al credito delle imprese e operando per attivare risorse aggiuntive nazionali ed europee”.

La guida di Regione Piemonte e Confindustria è disponibile a questo link