fbpx

Progetti di valorizzazione del Comune, restauro del Battistero e i lavori per i Grandi Uffizi: in virtù di un accordo del 2011 tra ministero e Comune, arrivano 3,6 milioni di euro per la valorizzazione di Uffizi, Battistero, Forte Belvedere, Palazzo Vecchio e Musei civici


Il MiBACT finanzia la cultura di Firenze: 3,6 milioni di euro arriveranno dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo alla città gigliata per valorizzarne il patrimonio culturale, in particolare gli Uffizi, il Battistero, il Forte Belvedere, Palazzo Vecchio e gli altri Musei civici fiorentini.
Un finanziamento, spiega una nota del Comune, che arriva in base a quanto prevede lo schema di accordo tra il Comune e il MIBACT per la valorizzazione dell'offerta culturale fiorentina, che ha valore di convenzione attuativa per il 2015 dell'art. 4 del "Protocollo di intesa per la definizione e la finalizzazione dell'offerta culturale della città di Firenze", sottoscritto a Roma il 13 gennaio 2011 tra l'allora sindaco Matteo Renzi e l'allora ministro per i Beni culturali Sandro Bondi.
Ai 3,6 milioni dal MiBACT si aggiungono inoltre 300.000 euro che il Comune ha deciso di destinare al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo per far fronte ai costi per la ricollocazione in Ales del personale in esubero della Fondazione Teatro del Maggio.
"Il Comune è la città, e abbiamo ritenuto giusto che i benefici dell'importante accordo siglato nel 2011 dall'allora sindaco Matteo Renzi e dall'allora ministro Sandro Bondi ricadano non solo sul patrimonio culturale che fa capo al Comune, ma anche su quello di proprietà di altre Istituzioni culturali, su cui non abbiamo competenza" ha detto la vicesindaca Giachi, secondo la quale "è in quest'ottica che abbiamo deciso di destinare parte del ricavato della bigliettazione dei musei statali che ci sarebbe spettata agli Uffizi e al Battistero. Perché se i lavori dei Grandi Uffizi arriveranno alla fine e le porte del Battistero saranno restaurate e torneranno all'antico splendore ne trarrà giovamento la città tutta".
Il nuovo schema di accordo tra Comune e MIBACT prevede che i 3.600.000 euro (che sono parte del ricavato dei biglietti del Polo museale fiorentino) vengano così ripartiti: 2.325.000 euro per progetti e attività di valorizzazione del Comune, 275.000 euro per il restauro delle porte del Battistero e 1.000.000 per la prosecuzione dei lavori dei Grandi Uffizi.

LEGGI ANCHE: Turismo "sostenibile", Firenze punta su matrimoni e congressi

Firenze si affida ai fashion blogger per raccontarsi ai turisti internazionali

Una nuova alleanza nella collina fiorentina

 

Nella foto, uno scorcio del Battistero. Fonte Wikipedia