fbpx

"Storico" accordo tra il Comune ravennate e la Repubblica enclave in Emilia Romagna, per un'azione condivisa di promozione dei luoghi garibaldini a turisti e visitatori


Un accordo territoriale oltre i confini comunali, regionali e perfino statali: da una parte Ravenna, dall'altra lo Stato di San Marino, in mezzo il turismo e la storia di questo territorio.
Venerdì mattina il Ministro della cultura e pubblica istruzione della Repubblica di San Marino, Giuseppe Morganti, è stato ricevuto in municipio dal vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi. Lo scopo dell'incontro è stato quello di varare, nell'interesse reciproco, iniziative congiunte per incrementare le opportunità di visita, nei rispettivi territori, dei luoghi della memoria risorgimentale, e di dedicare nei prossimi mesi una giornata di studi alla figura di Anita Garibaldi, la moglie dell'Eroe dei due mondi che ha dato la vita per gli ideali risorgimentali ed è morta nel 1849 proprio nella frazione Mandriole di Ravenna.
"Siamo interessati a sviluppare un programma congiunto di turismo culturale che punti all'interscambio di visite turistiche tra Ravenna e San Marino per promuovere la conoscenza del capanno Garibaldi, la fattoria Guiccioli e il museo del Risorgimento" ha spiegato il sindaco ravennate Mingozzi, come spiega una nota ufficiale del Comune. Mingozzi spiega: "Con il ministro Morganti abbiamo anche deciso di sviluppare alcuni studi in comune che intensifichino la promozione della trafila garibaldina e il suo territorio che, come è noto, comprende, oltre a San Marino, le province di Rimini, Forlì, Cesena e Ravenna. Proporremo speciali convenzioni per l'accoglienza turistica di coloro che saranno interessati a visitare i luoghi garibaldini e patriottici. Tutto questo sarà esaminato sotto il profilo storico culturale del nostro ricco territorio".
Un'alleanza storica, quindi, in ogni senso.


LEGGI ANCHE: Rallylegend e alberghi esauriti: San Marino accelera sul territorio

Turismo accessibile, l'UNWTO riunisce l'Europa a San Marino

Cesena per un turismo più sano e accessibile

FVG e Piemonte si alleano per turismo ed enogastronomia