fbpx

Il Comune veneto e la Provincia trentina firmano l'accordo di collaborazione per la valorizzazione e la promozione dell'offerta culturale turistica dei due territori, che hanno in comune il fiume Adige e il Lago di Garda


Siglato l'accordo di collaborazione in campo culturale fra la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Verona, un'alleanza sancita per favorire iniziative di valorizzazione e promozione dell'offerta culturale e dei luoghi di eccellenza dei due territori situati lungo l'asse del fiume Adige.
A promuovere l'iniziativa sono stati l'assessore provinciale alla cultura Tiziano Mellarini e il sindaco di Verona Flavio Tosi, che hanno ribadito la necessità di avviare sinergie importanti in campo culturale tra le due realtà. "Questo accordo è un tassello significativo di quell'opera di valorizzazione e ampliamento degli orizzonti della cultura trentina che stiamo perseguendo, guardando a nord con le collaborazioni in seno all'Euregio (con Alto Adige e Tirolo, ndr) ma anche con interesse a sud come in questo caso" ha spiegato l'assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini "La città di Verona è un gioiello dal punto di vista culturale e propone eccellenze di sicuro coinvolgimento. Basti pensare all'Arena e alla sua stagione artistica, ma anche a Castelvecchio. Un polo di attrazione che può essere di concreto interesse anche per il Trentino e per la sua rete di musei, castelli e teatri attraverso una serie di collaborazioni e sinergie che possono far crescere entrambi i territori".
Dalla sponda veronese, il sindaco Tosi ha precisato come molto importante sia anche la tempistica di questo accordo, da sviluppare in corrispondenza di Expo 2015 e prima della stagione estiva, con il richiamo turistico di una comune eccellenza quale è il Lago di Garda, brand dal richiamo internazionale con un ampio bacino di utenza.

 

LEGGI ANCHE: Tirolo e Trentino Alto Adige insieme per turismo e agricoltura

Ascoli, il Piceno fa squadra per Expo, turismo e cultura

Puglia e Basilicata insieme per il turismo scolastico di qualità

Comunità Ospitale, 37 borghi alleati per un turismo eco, slow e gastronomico

 

Fonte foto: visititaly.it