fbpx

Due giorni di dibattito sul made in Italy, con l’intervento del ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza e della collega degli Esteri Emma Bonino, oltre che di personaggi di spicco come Ermete Realacci di Symbola, Guido Martinetti di Grom e il fotografo Oliviero Toscani.

È Cna Next, il Festival dell’Intelligenza Collettiva promosso da CNA Giovani Imprenditori, che tra venerdì 8 e sabato 9 novembre prende corpo a Firenze (dopo Torino, Bologna e Roma) per ospitare un confronto internazionale sul nuovo rinascimento artigiano e sulla sintesi tra cultura, saper fare, formazione e innovazione. Due giorni per fare il punto sul made in Italy e sugli assett per il rilancio del sistema Paese, tra manifattura di qualità, cultura, bellezza ed export. In una parola, come indica l’hashtag ufficiale per twittare sulla manifestazione, #manifatture.

I simboli del made in Italy – moda, design e alimentare – continuano a crescere, ad essere esportati oltre i nostri confini e a generare fatturato. Le Pmi, del resto, rappresentano il 99% del tessuto produttivo italiano, con oltre 1,4 milioni di imprese artigiane (pari al 23,6% del totale delle imprese italiane) e con un fatturato di 150 miliardi di euro, il 12% del valore aggiunto italiano.

L’evento, trasmesso in diretta da Corriere Innovazione fino alle 19 di venerdì, e sabato dalle 10.30 alle 14, ospiterà gli interventi dei due ministri Carrozza e Bonino, e tra gli altri parteciperanno: Peter Barron e Giorgia Abeltino (Google), Stefano Micelli (autore di “Futuro Artigiano”), Alberto Piantoni (Missoni), Ermete Realacci (Symbola), Francesco Bottigliero (e-Pitti.com), Guido Martinetti (Grom) e Oliviero Toscani. A dialogo con Luca De Biase, Carlo Ratti.

 

Segui la diretta streaming di Corriere Innovazione a questo link: http://corriereinnovazione.corrieredelveneto.corriere.it/2013/7-novembre-2013/manifatture-2223609520469.shtml