fbpx

Cresce l’impegno della Regione nell’Atl del capoluogo Turismo Torino 

L'anno prossimo Turismo Torino collaborerà con la Regione Piemonte nell'ambito del turismo congressuale. La notizia è stata resa nota dall'Ente piemontese, attivo nella promozione turistica e agroalimentare attraverso la DMO Piemonte Scrl, società in house della Regione nota anche come Piemonte Marketing. 

Il turismo in Piemonte vale con il suo indotto 7,5 miliardi di euro, pari al 7,4% del PIL, con una tendenza in costante crescita. Nell’ambito del terziario, il comparto in Piemonte è costituito da 21.000 imprese e 94.000 occupati, senza tenere conto dell’indotto su commercio, agricoltura, trasporti. Nel 2017 gli arrivi hanno superato i 5 milioni e i pernottamenti hanno sfiorato la soglia dei 14 milioni e 900mila. Il settore è cresciuto sia in termini di numero di turisti che di presenze generate registrando, rispettivamente, +7,42% e +6,35% rispetto al 2016. 

La collaborazione di Turismo Torino, Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica Locale (Atl) del capoluogo piemontese con l'Ente regionale prevista nel 2019 servirà a valorizzare le competenze sviluppate sul turismo congressuale in questi anni ed espanderle su scala regionale. Con questo obiettivo verrà messo a punto nei primi mesi del prossimo anno un piano di attività per far crescere un settore strategico che, secondo i dati dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi, nel 2017 ha generato nella città capoluogo l’11% circa delle presenze alberghiere ed extra-alberghiere.

Inoltre, contestualmente all’aumento del capitale sociale di Turismo Torino approvato dall’Assemblea dei soci e pari a due milioni di euro complessivi, è stato stabilito che la Regione Piemonte interverrà acquisendo quote per arrivare fino al 40% del capitale sociale proseguendo il lavoro avviato in questi anni e maturato sul settore congressuale da Turismo Torino per farne un elemento d’attrazione anche per altre città e territori.

Emanuele Franzoso

Emanuele Franzoso

Twitter @EFranzoso