fbpx

La campagna di comunicazione messa a punto dalla Regione Umbria che mira a far conoscere i luoghi dell’arte e della cultura, a distanza di pochi mesi dall’avvio riscuote i primi successi 

I social network sono diventati uno strumento indispensabile per comunicare e veicolare informazioni ed emozioni. La Regione Umbria, cosciente delle numerose potenzialità delle reti sociali on line, ha messo a punto una campagna volta alla valorizzazione dei musei, grazie al progetto “Scoprendo l’Umbria”. La pagina Facebook dedicata all’iniziativa, a partire dallo scorso settembre, ha incrementato i suoi seguaci, arrivando a oltre diecimila fans. Un risultato importante che ha soprattutto il fine di far conoscere e riscoprire il territorio umbro e in modo particolare la storia e l’arte racchiuse nei musei della regione.

Attraverso la comunicazione online è stato possibile promuovere oltre 170 siti di interesse culturale, tra cui musei, ecomusei, siti archeologici e opere d’arte di pregio. Dopo il sisma del 2016 si è voluto dare un nuovo slancio ai musei umbri, creando entusiasmo e stimolando il senso di appartenenza al territorio. La narrazione sui social dei luoghi della cultura umbri è diventata una grande vetrina, in grado di incrementare il numero di visitatori nei musei e di conseguenza rendendoli un forte attrattore turistico.

Questa campagna di comunicazione è stata predisposta dai Servizi regionali Comunicazione Istituzionale Musei, Archivi e Biblioteche e tra le varie funzioni offre anche una serie di dati per valutare il pubblico potenziale del Sistema museale regionale, analizzando, attraverso i contatori della pagina, il comportamento dei visitatori virtuali e il loro interesse a conoscere quali sono e cosa contengono i musei umbri. Ciò che traspare dalla virtuosa iniziativa è il desiderio di rinnovare il modo di proporre l’arte e la cultura, facendo leva sull’orgoglio e sul senso di appartenenza al territorio della popolazione residente.

La conoscenza di ciò che un luogo può offrire è la base per la promozione territoriale che porta anche a una migliore qualità della vita, con una conseguente domanda ed offerta turistica di livello superiore. La comunicazione sui social network diventa in questo modo fondamentale per promuovere il territorio, in primis tra i residenti che sono i suoi primi fruitori e successivamente tra i turisti, attratti dai prodotti artistici e culturali.

debora calomino 180x226

Debora Calomino

Twitter @CalominoDebora

 

LEGGI ANCHE: Turismo in libertà: l’Umbria punta sulla qualità dei servizi

“Monumenti d’Italia” un concorso del Touring Club Italiano per valorizzare le eccellenze

Foto in alto dalla pagina Facebook di Scoprendo l'Umbria