fbpx

20.000 persone hanno riempito l’autodromo Enzo e Dino Ferrari a Imola

Monoposto che hanno scritto la storia e ciclomotori preziosi hanno sfilato a Imola in occasione del primo Motor Legend Festival. Da venerdì 20 a domenica 22 aprile il fascino del motorsport ha attratto nell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari 20 mila presenze tra addetti ai lavori e spettatori che nella giornata finale hanno potuto ammirare leggende del calibro di Jacky IckxPaolo BarillaMauro Forghieri, Riccardo Patrese e Emanuele Pirro a bordo delle stesse vetture - rimesse a nuovo per l’occasione - con le quali ottennero i loro traguardi più importanti.

Jacques Bernard Ickx, per tutti Jacky, è tornato a guidare la Ferrari 312B con cui si posizionò secondo nel mondiale di Formula 1 del ’70. Dopo 48 anni la monoposto, di proprietà di Paolo Barilla, è stata restaurata e rappresenta un pezzo unico perfettamente funzionante. Grandi emozioni, come quelle vissute dal pubblico durante l’esibizione di Patrese, alla guida sia della Lancia LC1 con cui sfiorò il titolo iridato sport nel 1982 sia la Brabham BT49-Cosworth che portò alla vittoria nel Gran Premio di Montecarlo dello stesso anno. Il padovano è apparso positivamente stupito dalle perfette condizioni della monoposto che poi avrebbe disputato la seconda corsa del GP di San Marino storico pilotata dal legittimo proprietario Joachim Folch-Rusinol. Non potevano mancare la Ferrari di F1, campione del mondo ’61 con Phil Hill, le Alfa Romeo della scuderia del Portello e tutte le vetture del Martini Racing.

Al Motor Legend c’è stato spazio anche per i motociclisti. Giacomo Agostini, Phil Read, Freddie Spencer, Johnny Cecotto e Carlos Lavado sono saliti in sella a MV Agusta, Yamaha e Honda capitanando un gruppo di altri centauri sui loro preziosi esemplari a due ruote. A completare il programma ci hanno pensato Ferrari Corse Clienti con le F1 di Maranello vere protagoniste e i XX Programmes, mentre lunghe code si sono formate di fronte allo stand di Pirelli per la sessione autografi alla quale hanno preso parte tutti i piloti presenti.

Particolarmente apprezzati gli appuntamenti con Jacky Ickx, Paolo Barilla e Mauro Forghieri a cui è toccato ripercorrere la storia della 312B e della collaborazione in Ferrari e le ultime gare del Fia Masters Championship. Grandi emozioni anche al Gran Premio San Marino di F1, Trofeo Elio De Angelis, che ha visto Martin O’Connell effettuare una rimonta importante dalla 23sima posizione. Il Trofeo Lodovico Scarfiotti invece è andato al britannico Gareth Evans davanti a Engen, Dreelan mentre Kapadia, che aveva tagliato per primo il traguardo, è stato penalizzato di 44” per pit stop irregolare.

"Da circa due anni lavoravamo a questa manifestazione che unisce leggenda e passione - rivela Vito Piarulli, organizzatore del MotorLegendFestival e da 15 anni general manager del Rally Legend a San Marino - nonostante fosse il primo weekend dedicato alle gite al mare, le presenze ci hanno dato ragione come dimostrano anche gli alberghi presi di mira da tempo in tutta Imola e dintorni".