fbpx

 

Tutta la filiera turistica è coinvolta in un percorso formativo innovativo, un cammino fondamentale per arricchire competenze, migliorare la promozione, accrescere l'attrattività delle destinazioni

Una formazione che fornisca strumenti di base concreti sulle migliori modalità di accoglienza, promozione e attrattività turistica nell’era del digitale. È questo l’intento con cui è stato avviato #inLombard1a, un progetto b2b rivolto agli operatori del settore (albergatori, ristoratori, fornitori di servizi, punti informativi e agenzie di promozione turistica locale). Il progetto è articolato in 8 tappe strategicamente suddivise sul territorio, che toccano Pavia-Cremona-Mantova-Lodi, Brescia-Iseo-Franciacorta, Lecco-Como-Monza Brianza, Varese, Bergamo-Valli, Sondrio, Garda Lombardia, e che culminerà con un evento di chiusura in maggio a Milano con il coinvolgimento di oltre 1500 persone.

Obiettivo della Regione Lombardia è diventare la prima regione italiana anche in ambito turistico ben sapendo che la formazione è una componente strategica indispensabile per raggiungere lo scopo.

Ogni evento è caratterizzato da workshop della durata di circa due ore e mezzo in cui vengono alternati panel, laboratori formativi e lezioni in aula, ognuna di massimo 45 minuti, in occasione dei quali vengono toccati diversi temi tra cui lo scenario dell'accoglienza e del turismo odierno, il corretto utilizzo dei Social Media nel turismo e ancora Big Data e Sentiment online, Food e Turismo, con un approfondimento mirato circa l'iniziativa 'Food Meets Tourism' per analizzare il tema del turismo nell'enogastronomia e l'utilizzo degli strumenti digitali per la promozione online.

Nel corso della tappa di Brescia-Iseo-Franciacorta i lavori, che hanno visto la partecipazione di Umberto Guidoni, astronauta e astrofisico, sono stati aperti da Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, secondo il quale “Brescia sta compiendo insieme a tutta la Lombardia un salto di qualità in ambito turistico: lo dicono i numeri degli arrivi e delle presenze, ma anche i cospicui investimenti che come Regione Lombardia stiamo facendo su questo asset di sviluppo economico ormai primario”.
È seguita quindi la testimonianza di Paola Pezzotti, Sindaco di Sulzano, che ha presentato l'esperienza vissuta dal territorio del Lago d'Iseo con 'The Floating Piers', il progetto dell'artista Christo, concepito come una passerella che attraversava le sponde del lago d'Iseo. Si è trattato di una notevole operazione culturale che ha avuto grandi ricadute in termini turistici sul territorio, un evento di cui hanno scritto i quotidiani di tutto il mondo, dal New York Times all'Observer, ai giornali di Shanghai e Pechino, per non parlare delle tv più seguite. Successivamente la DMO – Destination Management Organization della Valle Camonica, la Valle dei Segni - ha raccontato la propria esperienza di collaborazione e condivisione di intenti con Explora, DMO di Regione Lombardia entrando nel dettaglio dei diversi progetti svolti.