fbpx

Nel capoluogo della Sardegna protocollo d’intesa per il turismo culturale fra Camera di Commercio e Teatro Lirico: biglietti scontati al 50% per gli operatori turistici in occasione della rappresentazione dell'opera verdiana

A Cagliari, grazie a un accordo tra Camera di Commercio e Teatro Lirico, tra luglio e agosto i turisti potranno assistere alla rappresentazione della Traviata di Giuseppe Verdi con il 50% di sconto.
Dall’8 luglio al 13 agosto si avvia infatti il protocollo d’intesa culturale sottoscritto da Camera di Commercio e Teatro Lirico di Cagliari. La Traviata andrà in scena per 15 rappresentazioni, nell’ambito della Stagione lirica e di balletto 2016. L’obiettivo dichiarato dell’accordo turistico-culturale è di “favorire congiuntamente lo sviluppo del tessuto produttivo locale, attraverso azioni coordinate e condivise, formalizzate in un protocollo fra le parti, che esprima la volontà comune di intervenire in modo coordinato nell’ambito della promozione turistico-culturale”; in base a questo obiettivo, le parti si impegnano nella “realizzazione, almeno una volta l’anno, congiuntamente, di iniziative strategiche per la valorizzazione e promozione del sistema turistico-culturale dell’area di riferimento territoriale”.
In pratica, il protocollo d’intesa culturale stipulato consente agli iscritti dell’ente camerale uno sconto straordinario del 50% sul prezzo dei biglietti serali in occasione del prossimo allestimento de La Traviata. L’offerta è vincolata a un acquisto minimo di 50 biglietti per ciascuna adesione: l’acquisto può essere suddiviso in diverse recite ed essere anche il frutto della somma di diversi operatori turistico-culturali in accordo fra loro.
“Il protocollo d’intesa che oggi si presenta propone un modello nel quale la cultura è vettore che traina l’economia con azioni di sostegno al sistema turistico locale in un contesto integrato, dove turista e città sono protagonisti” ha spiegato Paola Piras, commissario straordinario della Camera di Commercio di Cagliari, ampliando il valore dell’iniziativa “intorno ad un filo rosso che guarda alle condizioni di trasporto per raggiungere la città dalla costa, alla visita dei monumenti (tra questi il Palazzo storico della stessa Camera di Commercio) e, grazie ad una collaborazione tra la Camera di Commercio e il Consorzio ‘Cagliari centro storico’, anche alla possibilità di un aperitivo pre-teatro o una cena post-teatro su menù e tariffe concordati”.
“Quando si parla del rapporto tra economia e cultura occorre passare dalle parole ai fatti. Non è sufficiente sostenere che la cultura sia la più grande industria del Paese senza collocarla, in maniera indiscutibile e definita, tra gli assi portanti di uno sviluppo forte e sostenibile. Nel caso specifico dei Teatri d’opera come il Lirico di Cagliari, con le sue produzioni artistiche di alta qualità, si desidera affermare due prerogative dello spettacolo dal vivo: la sua efficacia sociale determinante nel formare e tenere insieme un tessuto sociale sempre disgregato ed atomizzato, oltre alla capacità di attrarre un’ampia fascia di turismo che vede anche nell’Opera Lirica Italiana uno dei maggiori punti di interesse per visitare il nostro Paese” è la considerazione espressa da Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari, che ha rivendicato come l’iniziativa contribuisca al rinnovamento del turismo culturale italiano portato avanti dal MiBACT.