fbpx

La Provincia abruzzese pubblica il bando per i lavori di completamento nel proprio territorio dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile che collega la Romagna al Salento. 1,1 milioni di euro i fondi pescaresi, il termine scade il 14 luglio


L'importanza strategica e culturale delle piste ciclabili, o ciclovie, sta crescendo di pari passi con l'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto sia quotidiano sia sportivo e turistico. Una crescita notata e sostenuta anche da amministrazioni locali, nazionali e comunitarie: a livello europeo, il modello è rappresentato da EuroVelo, la grande rete ciclabile sviluppata dall'European cyclists' federation (Ecf) che corre su oltre 70.000 km di strade tra i Paesi dell'Unione europea.
In Italia, l'ultimo intervento istituzionale è quello della Provincia di Pescara, che nei giorni scorsi ha pubblicato il bando per il completamento del corridoio verde Adriatico, o ciclovia adriatica, con l'obiettivo di ultimare la realizzazione della pista ciclabile lungo la costa adriatica nell'ambito territoriale della Provincia di Pescara.
Il presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco ha spiegato l'intervento della provincia abruzzese in un comunicato ufficiale: "I tratti di pista ciclabile lungo la costa dell'Abruzzo fanno parte del progetto del Corridoio verde adriatico o Ciclovia adriatica, cioè la realizzazione di un'unica lunga pista ciclabile di mille chilometri che collega Ravenna con Santa Maria di Leuca".
Questo percorso si integra proprio con la più ampia rete ciclabile europea denominata EuroVelo: "Nell'ottica di completare il bike to coast, quindi, abbiamo indetto il bando per realizzare il tratto di pista ciclabile che, per quanto concerne il territorio pescarese, permetterà di unire Martinsicuro e San Salvo con un'unica ciclovia, che attraverserà i Comuni di Pescara, Montesilvano e Città Sant'Angelo" ha affermato quindi De Marco, che ha chiarito: "In alcuni tratti la pista ciclabile dovrà essere costruita ex novo, in altri, invece, bisognerà soltanto adeguare i corridoi dedicati alle due ruote già esistenti. L'obiettivo è di garantire continuità lungo tutta la costa".
Il bando, del valore di 1.100.000 euro, scadrà il 14 luglio e entro la fine del mese prossimo sarà reso noto l'operatore che si aggiudicherà i lavori. Il cantiere verrà aperto entro fine estate, "per non creare problematiche e non interferire con la stagione turistica in corso" ha specificato De Marco, e i tempi stimati per la realizzazione delle opere in oggetto ammontano a circa 300 giorni.
Il bando è consultabile al seguente link: http://www.provincia.pescara.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1188:gare-lavori&catid=99:pubblicazioni-in-scadenza&Itemid=258

 

LEGGI ANCHE: EuroVelo 8, la pista ciclabile del Mediterraneo presentata all'Enit

Cicloturismo, l'Italia prova a muoversi

Lombardia, l'assessore la candida a capitale europea del cicloturismo

Piste ciclabili, Roma presenta il Grande Raccordo Anulare delle Bici

Ve.Le., parte il progetto per la pista ciclabile più lunga d’Italia

 

Per osservare la mappa completa del tratto abruzzese del Corridoio verde adriatico, riprodotta nell'immagine in alto, clicca qui: http://cicloturismo.abruzzoturismo.it/img/Schede/1A.jpg