fbpx

In Sicilia sottoscritto il protocollo d'intesa tra il marchio d'area della Provincia di Agrigento e quello del GAL Sicani. Tra turismo relazionale, enogastronomia e promozione territoriale


La provincia di Agrigento mette in campo un accordo di cooperazione per sviluppare il turismo e il marketing territoriale. Il commissario straordinario Alessandra Di Liberto del Libero Consorzio Comunale di Agrigento e il Presidente del GAL "Sicani" Salvatore Sanzeri hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per il marchio d'area della provincia di Agrigento. L'intesa è nata grazie all'attività del comitato di coordinamento del marchio d'area della provincia di Agrigento che ha individuato nel Gruppo di Azione Locale "Sicani" un partner istituzionale con cui migliorare la promozione del territorio provinciale, sia dal punto di vista turistico sia per l'offerta enogastronomica.
Il GAL "Sicani", possessore di un proprio marchio di qualità, ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere l'identità locale del territorio in cui opera, grazie alla costruzione di reti verticali e orizzontali fra operatori del territorio del GAL per offrire beni e servizi di qualità riconosciuta e certificata, contribuendo così allo sviluppo integrato di sistemi produttivi, servizi e infrastrutture locali.
Con questo accordo, spiega il comunicato ufficiale, il Libero Consorzio Comunale, in accordo con il GAL Sicani, condividerà il progetto sul marchio d'area relativo al turismo di relazione e le relative azioni sui mercati, secondo un unico disciplinare di qualità coerentemente con quello del Marchio d'area "Agrigento: terra di storia, natura ed enogastronomia".
Il Distretto Rurale di Qualità, che è parte del GAL "Sicani", beneficerà di tutte le attività di valorizzazione e promozione del Marchio d'area "Agrigento: terra di storia, natura ed enogastronomia" mettendola in valore. Ciascuno dei due marchi collettivi continuerà quindi ad avere autonomia strutturale e funzionale rispetto all'altro facendo capo a un unico disciplinare per il turismo di relazione, salvo differenze su alcune produzioni o servizi specifici.
Il Libero Consorzio agrigentino, attraverso l'Ufficio Turismo o i suoi esperti esterni, troverà appoggio e collaborazione da parte del GAL "Sicani" nel comunicare al territorio le opportunità offerte dall'azione di marketing territoriale attuata con il Marchio d'area "Agrigento: terra di storia, natura ed enogastronomia" rispetto ad azioni di marketing individuale. Il GAL a sua volta si impegnerà a favorire le adesioni di associazioni, enti ed imprese al Marchio d'area della provincia di Agrigento. Il GAL e la Provincia, attraverso l'Ufficio Turismo, si impegnano a promuovere contemporaneamente entrambi i marchi collettivi in tutte le attività di informazione e promozione attuate a livello locale, regionale, nazionale ed estero. Per rendere agevole il coordinamento del Progetto di co-marketing gli Enti hanno indicato quali responsabili tecnici Achille Contino come dirigente responsabile del marchio d'area e Angelo Palamenghi responsabile di piano.

 

LEGGI ANCHE: Sicilia, i migliori ambasciatori (e finanziatori) del turismo sono gli emigrati

Sicilia, la crescita del turismo ibleo passa anche dal cielo

 

Nella foto, una veduta panoramica di Agrigento con la Valle dei Templi e il mare. Foto di Antonio Aiesi