fbpx

Il bando del Comune è per gli eventi di fine anno, i due assessori spiegano: "Lo rifaremo in futuro, sfruttando la possibilità di sgravi fiscali per i privati data dall'Art Bonus"

L'assessorato di Pescara alla Cultura e quello al Turismo pubblicano un bando congiunto per reperire manifestazioni di interesse da parte dei privati a sponsorizzare eventi e progetti relativi ai due settori di competenza.
Il bando per trovare sponsor privati per la cultura e il turismo pescarese è stato presentato dagli assessori competenti, Giovanni Di Iacovo (cultura) e Giacomo Cuzzi (turismo), che hanno lanciato un appello alla città e alle sue forze economiche per consentire di mettere in cantiere eventi da programmare per la fine dell'anno.
"Il bando nasce dal fatto che è un dovere e insieme un diritto dare e avere sostegno alle tante energie creative in arrivo dal territorio" ha spiegato l'assessore Di Iacovo. "Il fatto che le casse comunali siano vuote non è un buon motivo per arrenderci. Vanno tentate vie nuove. Da oggi è pubblicato un bando rivolto a tutte le aziende, imprenditori e privati (anche di fuori Pescara) per la sponsorizzazione di eventi culturali, con un preciso piano marketing che sia il loro giusto ritorno di immagine e non solo. Cultura e Turismo mettono insieme le forze perché sono settori che devono viaggiare insieme e, visto che abbiamo lavorato in piena sintonia in questi primi mesi di amministrazione, pur essendo settori che spesso subiscono tagli per via della congiuntura, crediamo che ora sia utile coinvolgere le energie imprenditoriali cittadine, di ogni specie, per aiutarci a sostenere gli eventi e la vita culturale della nostra città".
"Il bando è un primo passo che si concretizza in una manifestazione di interesse puntata su un segmento di eventi che va fino alla fine dell'anno, ma lo ripeteremo a gennaio e ne faremo altri per assicurare alla città un calendario annuale di cose da fare, da vedere e da vivere. Chiedere il sostegno dei privati non è tabù se viene fatto in estrema trasparenza e secondo legge, come in questo caso. Pescara non solo raccoglie la linea del ministro alla Cultura Dario Franceschini, che con il decreto Art Bonus riconosce sgravi ai privati che investono in cultura, ma per la prima volta nella storia della città, la rilancia pubblicando un bando per offrire spazio e dialogo alle energie economiche della città a sostegno di quelle creative e artistiche e turistiche" ha aggiunto Di Iacovo, titolare della Cultura.
"Turismo e cultura sono il nuovo petrolio del paese, della regione e della nostra città" ha confermato l'assessore al Turismo e Grandi eventi Giacomo Cuzzi. "Vogliamo e dobbiamo rivolgerci ai privati per aprire a una nuova stagione che accolga le migliori proposte, per tenere sempre accese le luci della cultura e del turismo che ci appartengono. Siamo convinti che sia il modo migliore per aprire le porte al futuro e farlo restituendo un ventaglio di grandi eventi di cui Pescara deve farsi promotrice per restituire all'economia uno slancio pienamente positivo".
Il bando, ha spiegato ancora Cuzzi, offre delle linee guida e chiede disponibilità per un importo non superiore ai 20.000 euro a progetto. Scade il 24 novembre perché è un primo avviso che va a ricercare la disponibilità di sponsorizzazione delle manifestazioni culturali e turistiche da fare entro la fine dell'anno. "Fino ad oggi non c'è mai stata una ricerca così aperta di risorse, arriva ora perché crediamo che cultura e turismo possano caratterizzare la rinascita della città malgrado la crisi e i tagli a cui entrambi i settori sono spesso soggetti" ha specificato l'assessore al Turismo. "Quindi la sfida è quella di voler tenere accese le luci, farlo con procedimenti trasparenti e progetti validi da finanziare con l'aiuto dei privati, perché cominci la stagione di grandi eventi e di qualità che Pescara merita".

 

LEGGI ANCHE: Abruzzo, per il turismo servono scelte precise e capacità di incuriosire