fbpx

Dal neonato distretto turistico del Gran Sasso interviene il governatore abruzzese D'Alfonso: Piste ciclabili, risanamento dei fiumi e scelte precise sugli eventi per far crescere il turismo con la nostra capacità di incuriosire"


"Il nostro territorio porta con sé una straordinaria capacità di incuriosire che non possiamo lasciar cadere nel vuoto, ma che dobbiamo sempre stimolare come si sta facendo nella costruzione del primo distretto turistico montano del Gran Sasso d'Italia". Con queste parole il presidente della Giunta regionale abruzzese, Luciano D'Alfonso, ha chiuso la giornata di lavoro a Santo Stefano di Sessanio con il ministro del Turismo, Dario Franceschini.
"È una giornata fruttuosa e produttiva che ha messo in campo le migliori risorse per far nascere qualcosa di nuovo e innovativo, a conferma di come questo Abruzzo abbia ancora la forza di incuriosire" ha spiegato il governatore abruzzese. "Ma per fare turismo – ha aggiunto – dobbiamo creare le migliori condizioni, a cominciare dalla facilità di accesso dei nostri luoghi, dal rendere accessibile la nostra montagna con una sentieristica di livello".
In questo senso, il presidente D'Alfonso ha sottolineato la necessità di "organizzare eventi di qualità in modo da recuperare un preciso posizionamento che l'Abruzzo in tutti questi anni è andato lentamente perdendo", ribadendo la necessità di fare "scelte ben precise", a partire da quella "che fa riferimento al progetto regionale delle piste ciclabili delle aree interne collegate con la pista che attraversa tutta l'area adriatica abruzzese".
"Alle Province daremo 5 milioni di euro per realizzare l'infrastruttura della ciclopedonabile delle aree interne con un progetto a pettine collegato con la dorsale adriatica" ha promesso D'Alfonso, specificando che "poi dovremo avere la forza e la testa di pensare al futuro di queste piste e ai loro costi di manutenzione che, è bene essere chiari, non potranno cadere completamente sulle spalle del soggetto pubblico".
Altra scelta rivendicata dal presidente dell'Abruzzo è infine quella di "affrontare con coraggio il risanamento ambientale dei fiumi. Abbiamo messo in campo un'azione violenta che porterà i suoi benefici a breve".

 

 

LEGGI ANCHE: Abruzzo, un distretto turistico montano per il Gran Sasso

Abruzzo, il governatore invita gli operatori a copiare Puglia e Marche

Abruzzo, la valorizzazione dei territori passa dall'acqua