fbpx

Nonostante le tensioni politiche, Pyongyang ha deciso di aprirsi al turismo internazionale: più collegamenti aerei anche con l’Europa, confini aperti tutto l’anno e la consulenza di esperti del settore tra le novità per lo sviluppo del turismo

 

Un “brillante futuro nel turismo”: anche la Corea del Nord sembra voler puntare sul turismo internazionale, stando a quanto rivela l’agenzia di stampa nordcoreana Korean Central News Agency. In base al piano per lo sviluppo del settore, dovrebbero essere aperti nuovi collegamenti aerei tra Pyongyang e la Cina, il Sudest asiatico e anche l’Europa; attualmente, il numero di voli da e per la Corea del Nord è limitato, e ha nella Cina il principale punto di approdo e partenza.

“Grazie all’abbondanza di risorse turistiche, il Nord ha di fronte a sé un brillante futuro per lo sviluppo del turismo” ha dichiarato Jo Song Gyu, direttore dell’International Travel Company, di matrice statale. Un’altra novità nell’apertura del proprio territorio al turismo internazionale potrebbe riguardare l’apertura dei confini per tutto l’anno: negli anni scorsi, come spiega la Koryo Tours, un operatore turistico britannico con sede a Pechino specializzato in tour in Corea del Nord, al Telegraph “i confini rimanevano chiusi da metà dicembre a metà gennaio”.

La Corea del Nord ha quindi intenzione di reclutare esperti internazionali di turismo, con il compito di migliorare la gestione di strutture alberghiere e ristorative e di portarle a un “livello mondiale”. Nelle principali aree turistiche del Paese, tra cui la Montagna Baitou, Kumgang, Chilbo e Wonsan, spiega Jo Song Gyu, “verrà attuata una forma di amministrazione speciale per il turismo” adeguata agli standard del turismo internazionale.

Nonostante le tensioni prodotte dal regime nordcoreano, notoriamente uno dei più rigidi al mondo, si sta infatti assistendo nell’ultimo periodo a una crescita dell’interesse dei viaggiatori per il Paese asiatico. E il giornalista del Telegraph Nigel Richardson, che nei mesi scorsi ha avuto modo di viaggiare per la Corea del Nord, ha descritto l’esperienza come “la più segreta, eccentrica, stimolante, spaventosa e tuttavia divertente destinazione sulla Terra”. Un brillante futuro per il turismo nordcoreano, dunque, potrebbe diventare davvero reale.

 

LEGGI ANCHE: Italiani in volo, tra la Spagna e la Thailandia

I turisti cinesi abbandonano i torpedoni