fbpx
Montiferru

Il progetto transfrontaliero ViviMed consentirà ai territori della Barbagia, di Montiferru e dell’Ogliastra di migliorare l’offerta turistica

La Sardegna già da un po’ di tempo sta puntando sulle sue aree interne, luoghi suggestivi e ricchi di storia, al fine di ampliare la sua offerta turistica, troppo spesso associata alle sue spiagge incontaminate e alle acque cristalline.

Il progetto ViviMed vede protagonisti i territori della Barbagia, del Montiferru e dell’Ogliastra, i quali grazie a una serie di azioni volte a innovare i servizi turistici porteranno ad una promozione dell’entroterra e delle zone rurali, puntando su un turismo di tipo esperienziale, destagionalizzato e attento all’ambiente.

L’iniziativa è finanziata dal Programma di cooperazione transnazionale Italia Francia Marittimo 2014-2020 del Fondo Europeo di Sviluppo regionale, con la partnership dell’Agenzia sarda per le politiche del lavoro e Sardegna ricerche. L’idea è lavorare su un progetto partecipativo, in grado di coinvolgere gli operatori del settore, incrementando la collaborazione tra gli stessi.

Gli operatori coinvolti finora sono circa 160, facenti parte sia di imprese, sia di associazioni del mondo del turismo e di attività ad esso affini. Nella progettazione dell’offerta sono stati coinvolti anche esperti di marketing turistico, sostenibilità ambientale ed ecoturismo al fine di formare al meglio i soggetti interessati. Una serie di incontri si sta già tenendo nelle diverse aree della Sardegna coinvolte, dove è prevista la partecipazione di delegati di partenariato transfrontaliero, con il compito di identificare nuovi modelli di governance turistica e avviare un confronto con esperienze analoghe.

Grande importanza è data alle reti di imprese, la cui presenza è fondamentale per migliorare la competitività del territorio e crescere dal punto di vista sociale ed economico. Temi attuali dunque come il turismo esperienziale, la sostenibilità, la valorizzazione delle aree interne e rurali, la costituzione di reti di imprese e lo sviluppo dal basso sono gli elementi principali di questo progetto transnazionale, che vuole rendere la Sardegna (in particolare la Barbagia, Montiferro e Ogliastra) un territorio appetibile dal punto di vista turistico, potenziando sempre più le sue imprese e promuovendo la cultura della qualità.