fbpx

Viaggiare significa conoscere popoli diversi, culture e tradizioni differenti. Allo stesso modo, lo sport è, o dovrebbe essere, sinonimo di gioia e serenità. Ma sommando le due cose, il risultato può essere disastroso, come dimostra il video più inquietante del momento, quello dell'esultanza a colpi di mitra di alcuni tifosi brasiliani durante una partita di calcio amatoriale.

 

Ecco il video:
{youtube}qecm_z4A3L4{/youtube}

Si vedono i membri di una banda criminale di una favela di Rio de Janeiro, il Terceiro Comando Puro, che indossano (indegnamente) una delle maglie più belle e sognate del football mondiale, ovvero la casacca della nazionale verdeoro. Ma i colpi che esplodono dopo il rigore segnato dalla loro squadra proprio niente hanno a che fare con quelli di Pelé o Ronaldo, di Garrincha o Socrates o Neymar.
I colpi di quei campioni, infatti, sono stati e sempre saranno uno straordinario biglietto da visita per il Brasile: chi ama il calcio, quando programma una vacanza in Brasile, trova sempre o quasi un po' di tempo per vedere una partita al Maracanà o in un campo di periferia. Tanto in Brasile il calcio è sempre uno spettacolo che vale il prezzo del biglietto.
I colpi di AK47 sparati da questi pseudo-tifosi, invece, riportano alla memoria parecchie immagini che non fanno certo bene al cuore. Qualche anno fa "impazzava per il web" un video in cui, durante un presunto pic nic di nozze, gli invitati (probabilmente dell'Europa orientale) sparavano proiettili a profusione in aria, ridendo e scherzando e con l'accompagnamento musicale.
{youtube}c_C8uuFdPJU{/youtube}

L'usanza di sparare ai matrimoni, in effetti, è comune a diversi Paesi, ma com'è ovvio non va sempre bene: nello scorso novembre, per esempio, in Yemen un ballo di gruppo sulle note di Gangnam Style finì con tre morti perché qualcuno si fece prendere la mano (sul grilletto) senza controllare il braccio.

Il Brasile, lo sappiamo tutti, è anche la terra delle favelas e della violenza estrema, basti pensare a un film di grande impatto emotivo come Tropa de Elite. Ma il Brasile, soprattutto, ospiterà gli ormai imminenti Mondiali di Calcio. Un evento che, tra non poche polemiche, è costato al governo 9,06 miliardi di euro: in teoria un ottimo investimento che sarà ripagato già dalle spese dirette dei turisti durante il mese dello svolgimento della Coppa, senza contare i benefici nel lungo periodo.
Questo video, questa scellerata esultanza dei trafficanti del TCP per un rigore segnato dalla Vila Aliança Futebol Clube, avrà sicuramente un effetto negativo. I giornali di tutto il mondo ne stanno già parlando con profonda indignazione, ed è facile prevedere che ci sarà una percentuale di potenziali turisti che si farà impressionare e dissuadere da queste immagini terribili. La violenza non porta mai a niente di buono, e la violenza nel e intorno al calcio è quanto di peggio si possa vedere, in Italia lo sappiamo bene.

Quei criminali, purtroppo, rischiano di far male non solo a chi sta nelle loro immediate vicinanze, ma a tutto il loro Paese. E anche questo faremmo bene a ricordarcelo pure in Italia.

 

Claudio Pizzigallo - Marketingdelterritorio.info

Twitter @pizzi_chi

 

LEGGI ANCHE: Mondiali in Brasile, solo le spese dirette dei turisti copriranno tutti gli investimenti

Brasile, le spese per i mondiali saranno ripagate in un mese