fbpx

“Quando si parla di marketing territoriale il burocrate e il politico guardano alle tradizionali 'fiere', 'borse' e 'borsette' dove si ha ormai solo l’illusione di incontrare buyers e stakeholders. I veri centri di promozione, scambio e business sono diventati, invece, le fiere e le feste che, organizzate in maniera curata, si svolgono principalmente nelle piazze e nei centri urbani del Nord-Italia, dove hanno ben compreso anche il valore sociale di tali eventi e li valorizzano al massimo”

A parlare così sono i responsabili ACAB (Associazione Commercianti Ambulanti BAT, dove BAT indica la sigla della provincia Barletta-Andria-Trani), sull'edizione locale de il Quotidiano Italiano.

Sarà la FAO (Food and Agriculture Organization) a guidare la partecipazione delle Nazioni Unite all'Expo 2015 che si terrà a Milano. "La nostra sfida per Expo 2015 sarà quella di far riflettere e riuscire a ispirare interventi e iniziative per creare sistemi alimentari sicuri e sostenibili" ha a proposito dichiarato Eduardo Rojas-Briales, appena nominato, dal segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon, commissario generale per il coordinamento delle iniziative Onu per quanto riguarda l’Esposizione universale.

Sono sempre più frequenti le notizie che riguardano nuovi corsi e laboratori dedicati allo studio del marketing territoriale: segno che anche in Italia si sta acquisendo sempre maggiore consapevolezza circa le enormi potenzialità economiche dell’industria turistica e culturale. L’ultima novità in ordine di tempo arriva in tal senso da Trevi nel Lazio.

“L’impatto economico è più legato alla figura del Papa, alla sua ‘mediaticità’ e anche, certo, al contesto religioso, culturale e politico del Paese di provenienza”: così l’ingegner Giampiero Momo, dell’Opera Diocesana Pellegrinaggi, ci aveva spiegato in che modo l’elezione di un nuovo pontefice possa influire sul turismo religioso. E a quanto pare, l’elezione di Papa Francesco porterà effetti benefici anche dal punto di vista economico, per la sua “mediaticità” che il mondo ha già imparato a riconoscere.

"Dopo molti anni a discutere sui 'perché' e sui 'come' e fra molti 'se', 'ma' ed occasioni inesorabilmente perse, ecco arrivare una serie di cambiamenti, che prefigurano una 'strada diversa' e l'applicazione di una logica consapevole di creazione di valore": arriva dal sito web di Experyentya, studio associato di ricerca e consulenza, la descrizione di un caso esemplare di marketing del territorio. A scriverlo è Fulvio, e il centro della sua riflessione è Minori, un piccolo Comune della Costiera Amalfitana che dopo anni di immobilismo - condizionato dalla convinzione di poter campare sulla rendita di posizione - ha attuato una serie di politiche e strategie dirette a far cambiare passo al sistema turistico locale.

Viaggiare rende felici. Sembra una scoperta ovvia, ma per arrivarci è stata svolta un'indagine vera e propria. Ne parla lagenziadiviaggi.it, che in un articolo dal titolo "Grandi scoperte: viaggiare è il massimo della felicità" rende conto di un sondaggio effettuato da G Adventures, operatore turistico canadese.

Webmarte.tv, portale di informazione online del Siracusano con sede ad Augusta, nei giorni scorsi ha pubblicato una lettera dell'avvocato Aldo Modica, presidente dell'ASI (Alleanza Sportiva Italiana) di Siracusa.

La lettera dell'avvocato Modica contiene una riflessione di grande rilevanza per il dibattito sull'importanza dello sport per il turismo e il marketing territoriale, e attraverso questa riflessione Modica prova a spostare il punto di vista tradizionale per mettere in luce la rilevanza sociale ed economica dello sport per l'ambito turistico.