fbpx

La Regione della Capitale è l'unica ad avere un proprio spazio per tutto il semestre espositivo. Lo stand laziale punta su agroalimentare e tecnologia per intercettare turisti, promuovere prodotti e creare un'identità comune tra istituzioni e imprese del territorio regionale


È la Regione della Capitale d'Italia, ed è anche l'unica Regione ad avere un proprio spazio espositivo a Milano per tutta la durata dell'esposizione universale. Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha inaugurato insieme al sindaco di Roma Ignazio Marino lo stand del Lazio a Expo 2015, all'interno del quale si punta sul binomio terra-tecnologia.
Lo stand, spiegano da Roma, si presenta come uno spazio aperto, accogliente, ad "alto tasso tecnologico", con numerosi schermi su cui sono proiettati video, predisposto per organizzare incontri, dibattiti e promozioni. Per incuriosire i visitatori ci sono due app: visitlazio, creata da una start-up romana, e Oniride, che unendo storia e modernità permette una visita virtuale di Roma e dell'area intorno alla capitale.
Gli obiettivi principali della presenza romana e laziale a Milano sono tre: intercettare nuovi flussi turistici, promuovere i prodotti e rafforzare un'identità comune tra cittadini istituzioni e imprese territoriali. Per questo Roma, Lazio e Unioncamere hanno lavorato in squadra alla missione Expo 2015, coinvolgendo tante realtà del territorio, per presentare a Milano le eccellenze regionali nei settori agroalimentare, turistico e tecnologico.
Proprio a riguardo dell'innovazione, nel cartellone delle proposte è in evidenza una speciale sezione dedicata a ricerca e innovazione, call4innovators Expo2015, un progetto che ha coinvolto Lazio Innova, le università e gli organismi di ricerca più prestigiosi del Lazio nello sviluppo di nuove tecnologie applicate alla gestione dei beni culturali e alla cooperazione: a giugno partiranno 18 eventi tematici innovativi che vedono la partecipazione di oltre 240 imprese.
In generale, il territorio laziale viene raccontato attraverso otto grandi temi:
- "Cibo e turismo: Roma capitale globale", sulla centralità di Roma nelle politiche alimentari internazionali (anche grazie alla presenza di Fao, Wfp e e Ifad);
- "Il cammino dell'acqua", dedicato all'acqua come risorsa culturale, storica ed economica;
- "Città e campagna: interazioni" esplora i rapporti antichi e nuovi tra realtà urbane e agricole;
- "Crescere meglio: eccellenze e sostenibilità" punta a sottolineare la continuità tra storia, prodotto locale e innovazione;
- "Il genio e l'innovazione" interamente dedicato alla ricerca scientifica e tecnologica;
- "L'origine e la qualità" un percorso per conoscere i nostri migliori prodotti tipici;
- "Tutte le strade portano a Roma" e "L'area centrale dei Fori" dedicati ai progetti di Roma Capitale per la riqualificazione del patrimonio archeologico.

Progetti, calendari e iniziative sul sito ufficiale www.lazioexpo2015.it

LEGGI ANCHE: Lazio, 7 milioni di euro per la promozione a Expo

Roma verso Expo, la Capitale presenta sei mesi di eventi e appuntamenti culturali in città

Roma, 4 associazioni e mille imprese alleate per Expo

Una Toscana "tentacolare", tra robot, itinerari e montagna