fbpx

Da giovedì 7 a sabato 9 il Touriseum di Merano ospita un convegno sul declino del turismo che colpì il Tirolo nella Prima guerra mondiale. A Merano 20 esperti da Italia, Austria, Germania, Romania, Slovacchia e Slovenia

Un appuntamento sicuramente “storico” quello che riunirà oltre 20 esperti provenienti da Italia, Austria, Germania, Romania, Slovacchia e Slovenia da giovedì 7 a sabato 9 novembre. Al Touriseum, il Museo provinciale del turismo con sede a Castel Trauttmansdorff a Merano, il consesso internazionale si ritrova per discutere degli effetti della Prima guerra mondiale sul turismo nell’area alpina, e in particolare in Alto Adige, nell’ambito del convegno internazionale “Guerra e turismo nell’area di tensione della Prima Guerra Mondiale”.

La valle in provincia di Sondrio ha visto crescere la presenza turistica nonostante la crisi. E grazie al suo territorio e al “turismo lento” si candida a far parte del Patrimonio dell’Unesco

 

È candidata a entrare nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, ma – aspetto forse più interessante per gli operatori locali – è candidata a una stagione turistica invernale su cui ci sono rosee aspettative: è la Valtellina, che per il 2014 punta sul cosiddetto “turismo lento” alla scoperta di prodotti Dop, Docg e Igp, che si possono apprezzare appieno sul territorio, da vivere in bicicletta o sugli sci.

In un vertice a Palazzo Chigi, il premier Letta con i ministri competenti e le istituzioni locali ha stabilito che dal 1° gennaio ci sarà uno stop progressivo all’accesso dei giganti del mare nella Giudecca. Sarà prevista una nuova via di accesso per la Stazione Marittima

 

Piano piano, le scene quasi apocalittiche di immense navi che sovrastano il Campanile di San Marco diventeranno un (brutto) ricordo. Il governo ha infatti deciso ieri uno stop graduale all’accesso delle grandi navi da crociera dirette o in partenza da Venezia per il canale di Giudecca.

Questo sito utilizza cookie tecnici che ci consentono di migliorare il servizio per l'utenza. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Cookie e Privacy Policy. Leggi di più