Wiki Loves Monuments

Si rinnova il concorso fotografico di Wikipedia che permette di superare le difficoltà nella promozione dei monumenti derivante dall'assenza di libertà di panorama

Il mese di settembre da qualche anno è dedicato a Wiki Loves Monuments, il concorso fotografico promosso da Wikimedia che consente di pubblicare le immagini dei monumenti al fine di creare il più grande database di foto al mondo, da poter usare liberamente per la divulgazione della cultura.

Nel nostro Paese la competizione è curata da Wikimedia Italia che ogni anno in sinergia con gli enti locali e le associazioni permettono di immortalare i monumenti italiani e consegnarli letteralmente alla collettività. Il patrimonio artistico-culturale italiano è ancora poco valorizzato in rete a causa dell’assenza di libertà di panorama, cioè la libertà di fotografare edifici e luoghi pubblici protetti dal diritto d’autore. In Italia per poter immortalare i monumenti è necessaria l’autorizzazione di chi possiede tali beni. Grazie a Wiki Loves Monuments è possibile fotografare e divulgare le immagini di ben 7676 monumenti italiani, il 27,22% in più rispetto al 2016.

Nell’era dei social network e della condivisione quotidiana di immagini, è un traguardo importante che porta alla valorizzazione e alla promozione dei luoghi, in maniera semplice e diretta. Wiki Loves Monuments, partendo dal basso, coinvolge attivamente i cittadini nella promozione territoriale, invitandoli a scattare fotografie dei monumenti che possiedono l’autorizzazione e a rilasciarle con licenza libera su Wikimedia Commons. Le foto saranno così utilizzabili gratuitamente da tutti, promuovendo le bellezze artistiche e il patrimonio culturale. Le immagini caricate sulla piattaforma vengono ogni anno giudicate e selezionate da una giuria di esperti, che assegnano dei premi alle foto migliori.

Su wikilovesmonuments.wikimedia.it è possibile consultare l’elenco dei monumenti liberati per ogni regione e caricare le fotografie entro il 30 settembre, per contribuire all’accrescimento dell’archivio fotografico e per partecipare alla competizione che vede ogni anno ricchi premi e speciali riconoscimenti da parte di importanti sponsor.