fbpx

Accanto alla Mole Antonelliana, simbolo della Torino sabauda, nasce il primo Club della Video Arte in Italia. Recontemporary, unione di Rec che sta per record e contemporary in omaggio all’arte contemporanea, è un salotto culturale che prende vita da un’idea di Iole Pellion di Persano, figlia d’arte, curatrice e collezionista.

Un nuovo spazio che riflette tra l’altro l’ultima tendenza dell’arte contemporanea stessa di usare il video come forma di massima espressione.
Recontemporary ospita fino al 26 ottobre l’opera Eat the Rich-Kill the Poor del collettivo spagnolo DEMOCRACIA, ORDER ACT I sull’incomunicabilità tra ricchi e poveri. Un’hummer limousine è protagonista del viaggio che attraversa le strade di Houston e i suoi contrasti. Il trailer qui sotto è solo un assaggio di quel che si può vedere in via Gaudenzio Ferrari 12.

 

Il dialogo tra arte e cinema proseguirà nei prossimi mesi con l’opera di Camille Llobet in collaborazione con la galleria Florence Loewy di Parigi durante Artissima, sempre nello spazio dedicato alla Video Arte. In occasione della Notte delle Arti Contemporanee sarà inoltre presente l’artista che si esibirà in una performance dal titolo Risvolto.

Durante il Torino Film Festival sarà invece la volta di Loop, una mostra dell’artista premiato al Loop Discover Award, il premio di Loop Barcelona, la fiera dedicata alla Video Arte.

at

Anna Tomba

Twitter @Anna_Tomba

 

Mailander lavora al fianco di Recontemporary per la comunicazione del progetto