fbpx

Sull’Altopiano dei 7 Comuni nasce l’alleanza tra il Comune, guidato da Roberto Rigoni Stern, e le malghe produttrici del formaggio con un millennio di storia

Asiago è un Comune in provincia di Vicenza di circa seimila abitanti, nel pieno Altopiano dei Sette Comuni: la storia di questo territorio al confine col Trentino (dove recentemente è nata l'iniziativa Latte in Festa) è la storia della più antica federazione al mondo, quella della Spettabile Reggenza dei Sette Comuni appunto, nata nel 1310 e dissolta da Napoleone solo nel 1807.
“Nel territorio dei Sette Comuni non esistono castelli di nobili, non esistono ville di Signori, né cattedrali di Vescovi, per il semplice fatto che la terra è del popolo e i suoi frutti sono di tutti come ad uso antico” scrisse Mario Rigoni Stern, l’autore del celeberrimo romanzo “Il sergente nella neve” e discendente dell’ultimo cancelliere della federazione.
Ma il nome di Asiago, in Italia e in tutto il mondo, è legato nell’immaginario collettivo soprattutto al formaggio omonimo, le cui origini sono persino più antiche dei Sette Comuni e vengono fatte risalire all’anno Mille.
Oggi, i due volti di Asiago si uniscono con un progetto mirato a far crescere la visibilità e quindi il valore economico e sociale di entrambi. È infatti nel segno del lavoro di squadra il progetto che vede lavorare fianco a fianco Comune di Asiago e Consorzio Tutela Formaggio Asiago DOP per la promozione integrata di turismo, territorio e prodotto, in un esempio virtuoso di valorizzazione del patrimonio unico dell’Altopiano di Asiago.
Dall’8 all’11 settembre prossimi, con la quarta edizione di “Made in Malga”, frutto della collaborazione con istituzioni locali, associazioni ed esperti, Asiago e il suo Altopiano si candidano a capitale europea dei formaggi di montagna, portando il grande pubblico a conoscere da vicino prodotti e produttori di montagna e richiamando nel territorio oltre 50.000 visitatori.
Comune e Consorzio pongono così le basi per un progetto di valorizzazione territoriale che, come spiegano i promotori dell’accordo, ha nell’attività dell’alpeggio estivo connessa alla gestione delle malghe un focus vitale non solo per il turismo sostenibile ma, soprattutto, per il delicato equilibrio dell’ecosistema montano, dove i bovini che popolano gli alpeggi nel periodo estivo sono i principali “manutentori” del territorio e le malghe sono i custodi della tradizione.
E a rivendicare l’importanza di questo progetto che unisce storia e futuro ci ha pensato anche il sindaco di Asiago, che si chiama Roberto Rigoni Stern, lontano parente dello scrittore e come lui discendente dell’ultimo cancelliere della Federazione. “Asiago e il suo Altopiano sono da sempre un polo d’attrazione. Qui risiede la più alta concentrazione di malghe d’alpeggio d’Europa, un luogo che, come amministrazione, abbiamo recentemente scelto di tutelare attraverso la registrazione del marchio Asiago allo scopo di impedire lo sfruttamento parassitario del nome al solo scopo di lucro puntando, invece, ad un intenso lavoro di valorizzazione, con particolare attenzione al mercato estero. Su questa linea si inserisce questa collaborazione” ha affermato il primo cittadino asiaghese.
Il piano di marketing territoriale vede proporre, a partire dal prossimo 8 settembre, il nuovo video del Consorzio Tutela Formaggio Asiago dedicato alla promozione del territorio che andrà in onda fino al 2019 sulle reti televisive nazionali. Un omaggio all’Altopiano di Asiago e all’omonimo formaggio che si snoda in un viaggio nel cuore dell’Altopiano dei 7 Comuni raccontato attraverso la sua straordinaria singolarità, dall’altitudine dei paesaggi alla profondità dei boschi, dalla potenza espressiva di artigiani, malgari e casari al frutto di questa lunga tradizione: il formaggio Asiago DOP.
Sito ufficiale della manifestazione: www.madeinmalga.it