fbpx

I musei di Torino per il Bardo colpito dall'attentato del 18 marzo: parte dal Museo Nazionale dell'Auto la solidarietà della cultura torinese verso il museo tunisino, riaperto ieri

Nel primo attentato dell'Isis che ha colpito cittadini italiani, il terrore al Museo Bardo di Tunisi, due delle vittime e due tra i feriti erano torinesi, dipendenti del Comune; in città si sono vissuti giorni di mobilitazione con fiaccolate, testimonianze di comunione contro il terrore, il cordoglio e la partecipazione di tutta la comunità cittadina nel corso delle veglie funebri. mauto tomuseum bardoColpita al cuore, Torino ha ricevuto la solidarietà della società civile, delle associazioni e delle comunità musulmane, un grande abbraccio collettivo per dire "No al Terrore". Non poteva mancare il sostegno del mondo della cultura: i musei torinesi, grazie a un semplice hashtag, hanno voluto trasmettere la vicinanza al Museo del Bardo, in occasione di una ri-apertura annunciata, rinviata e poi infine avvenuta, anche se solo per mezza giornata, il 31 marzo. Sabato 28 il MAUTO, il Museo Nazionale dell'Automobile, scrive su Twitter "Waiting for @BardoMusee reopening #TOmuseums4Bardo #Peace & #Culture"; il brusio online nella settimana della Museum Week è già assordante e l'appello di solidarietà è raccolto dai principali musei del territorio torinese.
Prontamente sono arrivati cinguetti e retweet da Fondazione Torino Musei e i suoi musei, la GAM e Palazzo Madama, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Merz, Museo del Cinema, Castello di Rivoli, Reggia di Venaria e molti altri in tutto il Piemonte. L'hashtag è stato anche rilanciato sulla piattaforma della Stella Casazza 180x226Museum Week, e ha coinvolto anche il Louvre e il Musée d'Orsay di Parigi. Lo stesso museo del Bardo ha risposto ai messaggi lanciati da Torino, suggellando l'idea condivisa da entrambe le sponde del Mediterraneo che la cultura è veicolo di pace e se le porte di un museo restano chiuse è una sconfitta dell'umanità.

 

Stella Casazza

Mailander

Twitter @stellacasazza

 

LEGGI ANCHE: Antico, moderno e mai chiuso: a Torino apre il nuovo Museo Egizio

Il turismo è pace