fbpx

Un impegno nella comunicazione e sul territorio, un’esperienza di oltre 25 anni a disposizione di soggetti pubblici e privati: sono le caratteristiche che hanno consentito a Mailander, agenzia di comunicazione torinese e editore di questa testata, di portare a casa un “triplete”, un tris di riconoscimenti assegnati da Assorel, l’Associazione Italiana delle Agenzie di Relazioni Pubbliche a servizio completo.

 

Un grande brand del vino italiano qual è il Brunello di Montalcino, un progetto legato a Enzo Ferrari e al territorio di Modena, l’alta velocità Torino-Lione: tre sfide di comunicazione che hanno portato altrettanti riconoscimenti dal 16° Premio Assorel, il più ambito award italiano per le campagne di Relazioni Pubbliche.

Tre campagne diverse tra loro, ma accomunate da un approccio innovativo alla comunicazione e integrato con il territorio. Montalcino e il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino hanno vinto nella Categoria Corporate, la campagna “Se lo puoi sognare, lo puoi fare” per il Museo casa Enzo Ferrari di Modena nella Categoria Pubblica Amministrazione e nella stessa categoria “Torino Lione: gestire la comunicazione ad alta velocità per LTF” ha ottenuto la Menzione Speciale.

“Attraverso la consulenza strategica abbiamo puntato sull’integrazione tra ‘prodotto’, ‘economia’, ‘identità’ e ‘territorio’ nei progetti di comunicazione articolati” sottolinea Monica Mailander, presidente dell’Agenzia. “In un Paese dove si fatica ancora a fare rete abbiamo voluto lavorare sulle sinergie, le economie e le contaminazioni quali elementi vincenti in tempi di ottimizzazione delle risorse. In una logica di reciproco vantaggio sono state messe a denominatore comune le risorse a disposizione. Cambiano i linguaggi, cambiano i canali, cambiano gli strumenti. Vince chi ha una ‘visione’ e un network di relazioni fidelizzate con i clienti, i grandi player, gli stakeholder di oggi e di domani. Questo è il nostro percorso da oltre 25 anni a livello nazionale e internazionale”.

Comunicare il prodotto oltre il prodotto è stato l’approccio vincente di Mailander nella campagna per il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, un brand di alto livello che non aveva bisogno di notorietà ma di definirla al meglio, facendo leva sull’eccellenza distintiva. La scelta è stata di comunicare evocando l’immaginario legato ai paesaggi toscani ed esaltando il legame con il territorio, le sue eccellenze, le storie dei personaggi. In un anno a Montalcino il giro d’affari nel settore enoturistico è aumentato dell’8%, con un’affluenza di 1,5 milioni di visitatori, un fatturato delle aziende cresciuto di 4 milioni di euro e oltre 1500 contatti b2b attivati all’estero.

Il territorio è protagonista anche nella campagna di promozione internazionale realizzata da Mailander per Modena, vincitrice nella categoria Pubblica Amministrazione: qui il nuovo Museo casa Enzo Ferrari rappresenta l’asset centrale del piano avviato tre anni fa con il focus sul turismo, la cultura e l’enogastronomia, uniti da una delle eccellenze Made in Italy nel mondo: i motori. Il nuovo museo, inaugurato nel 2012, è lo strumento per dare visibilità e notorietà al territorio. I numeri: 100.000 visitatori in un anno, 300 tour operator, 550 giornalisti italiani e stranieri.

È invece un ‘hot topic media’ 365 giorni l’anno il terzo award: il collegamento ferroviario Torino-Lione. Essere consulenti per la Torino Lione richiede una strategia di comunicazione flessibile, in adattamento continuo all’evoluzione delle criticità del momento. Mailander, consulente dal 2001 per LTF, società italo-francese responsabile della sezione transfrontaliera della Nuova Linea Torino Lione, ha attraversato con il cliente tutte le fasi della progettazione e, ora, della costruzione dell’opera, mettendo a punto e ridefinendo continuamente una strategia complessa che integra relazioni istituzionali, comunicazione con il territorio, media relation, crisis management e digital PR.

 

Tre premi, tre riconoscimenti, un unico impegno: lavorare per comunicare il territorio.

 

 

Carolina Mailander