fbpx

Obiettivi condivisi, iniziative comuni e strategie di co-marketing per migliorare l’attrattività dei singoli territori e puntare uniti ai mercati internazionali

Il 9 novembre scorso, in occasione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, i tre assessori al Turismo di Regione Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria – rispettivamente Vittoria Poggio, Lauren Viérin e Gianni Berrino – hanno sottoscritto un nuovo accordo di collaborazione interregionale nel settore turistico.

L’accordo consentirà di sfruttare al meglio le opportunità offerte dai progetti di cooperazione transfrontaliera e transnazionale cofinanziati dai Fondi europei, con l’obiettivo di promuovere un rilancio delle economie turistiche locali attraverso la realizzazione di progetti in partenariato.

“Gli obiettivi dell’accordo tra Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta rispondono pienamente alle finalità fondanti della nostra nuova legge regionale in materia di turismo culturale, con la quale la Regione Piemonte intende favorire la costituzione e lo sviluppo di sistemi, sia tematici che territoriali, quali strumenti di cooperazione tra territori limitrofi”, ha sottolineato l’assessore alla Cultura, al Turismo e al Commercio della Regione Piemonte Vittoria Poggio. “È necessario aprire lo sguardo verso nuove relazioni regionali che consentano la fruizione di centinaia di siti, musei, destinazioni e offerte turistiche, comprensiva anche di eventi, mostre, proposte turistiche e attività destinate ad un target ampio e variegato, distribuite tra la Valle d’Aosta, il Piemonte e la Liguria”.

“Insieme è meglio”, quindi: nelle intenzioni dei firmatari, infatti, il miglioramento dell’attrattività turistica dei territori passa dal rafforzare i rapporti di collaborazione già attivati in precedenti occasioni individuando possibili azioni sinergiche idonee a raggiungere obiettivi condivisi, dal pianificare un calendario di iniziative comuni, dall’attuare strategie di co-marketing concrete attraverso i soggetti deputati alla promozione turistica come pacchetti-vacanza che integrino i prodotti turistici delle tre regioni e dal promuovere la collaborazione tra i propri operatori.

“Dal mare alle montagne passando per le colline: le tre regioni insieme costituiscono da oggi un sistema turistico di sicura attrattività”, ha dichiarato Berrino, assessore alla Promozione Turistica e Marketing territoriale della Regione Liguria, lieto anche del fatto che la firma sia avvenuta proprio ad Alba, territorio simbolo di eccellenze italiane come il tartufo e la produzione vinicola. “Fare dell'enogastronomia di qualità il proprio cavallo di battaglia per la promozione turistica è comune a tutte e tre le regioni coinvolte: la Liguria, ad esempio, può vantare prodotti che conquistano i turisti come il vino, l'olio, il pesto e quelli ittici che tutto il mondo ci invidia”.

Ed è proprio sullo sguardo al mondo esterno che l’assessore al Turismo della Regione Valle d'Aosta Laurent Viérin pone l’attenzione: “La volontà è quella di identificare nelle proprie specificità ed eccellenze territoriali gli elementi di identità sui quali fondare una maggiore competitività turistica, anche al fine di proporre la propria offerta a nuovi mercati internazionali. Il patrimonio culturale e turistico delle tre regioni di prossimità, unito all’ampia offerta dell’outdoor, sia invernale che estivo, alle eccellenze enogastronomiche e ambientali consentiranno di sostenere le economie locali e raggiungere così importanti risultati a livello turistico, sociale e culturale”.

Qualora questo approccio dovesse risultare vincente, potrebbe diventare un modello da replicare per favorire la crescita e lo sviluppo di territori limitrofi attraverso una proficua collaborazione per la valorizzazione strategica delle specifiche potenzialità ed eccellenze locali.