fbpx

Il Made in Italy fashion attrae i turisti stranieri, anche fuori stagione. Le città più apprezzate, oltre a Milano, sono Roma e Firenze

“Siamo ormai la capitale dello shopping internazionale”: con queste parole Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, ha commentato i dati pubblicati da Enit – Agenzia nazionale del Turismo sulle vendite degli operatori esteri dell'organizzazione intermediata dei viaggi.

Stando a quanto emerso dall’indagine pubblicata nella prima metà del mese di settembre, infatti, lo shopping si conferma una delle motivazioni più efficaci per convincere gli stranieri a visitare il nostro Paese. Sono soprattutto le città della moda ad attrarre più visitatori: principalmente si parla quindi di Roma, Milano e Firenze. Complessivamente, comunque, l’Italia nel 2018 ha incassato circa 1,5 miliardi di euro grazie agli acquisti internazionali: la spesa è aumentata del +2,5% rispetto all’anno precedente e rappresenta il 3,5% del totale speso dagli stranieri in visita nel nostro Paese.

Il primato regionale spetta alla Lombardia, che con 813 milioni di euro raccoglie più del 55% della spesa turistica totale in Italia per acquisti e shopping. Questo è da imputarsi non solo alla vicinanza dei principali mercati europei di provenienza e alla facilità dei collegamenti, ma anche alla presenza di destinazioni esclusive e di poli commerciali delle grandi firme.

“La Lombardia si conferma sempre più attrattiva e appetibile per i mercati turistici di tutto il mondo" ha infatti dichiarato la Magoni. "I visitatori nazionali e internazionali hanno compreso che la nostra Regione è in grado di proporre un fantastico mix di offerte, dalla bellezza dei paesaggi, delle montagne, dei laghi e delle città d'arte, sino all'enogastronomia e allo shopping, con destinazioni esclusive per il fashion e importanti poli commerciali con le grandi firme del Made in Italy”.

Anche Enit guarda con favore al settore della moda: il 12 settembre scorso ha infatti portato l’Italia a Madrid alla Vogue Fashion Night Out, la grande notte dedicata allo shopping internazionale, per accrescere l’appeal del Belpaese come destinazione della moda.

Il turismo per shopping, per altro, è un’opportunità strategica per spostare la spesa su altri circuiti e periodi dell’anno solitamente meno gettonati: le entrate turistiche internazionali per acquisti, infatti, hanno un andamento altalenante i cui picchi vengono registrati nei mesi di aprile e dicembre (rispettivamente 136 e 137 milioni di euro), mentre la spesa totale degli stranieri vede il proprio massimo nei classici mesi estivi.

Del resto, è sempre il momento giusto per fare un po’ di sano shopping.