fbpx

Una guida di viaggio per scoprire le bellezze Unesco grazie ai servizi Trenitalia, grazie agli oltre cinquemila collegamenti giornalieri effettuati dal vettore

Viaggiare in treno per raggiungere i luoghi della cultura è un’azione che evoca bellezza e sostenibilità. L’Italia è ricca di siti Patrimonio dell’Umanità Unesco (sono ben 54) e più della metà di essi sono agevolmente raggiungibili in treno, grazie ai servizi di Trenitalia.

I 33 siti Unesco posizionati nei pressi delle stazioni ferroviarie sono oggi raccontati su una guida dedicata, un travel book che incentiva il turismo culturale in maniera sostenibile, incoraggiando il viaggio a bordo dei treni, alla scoperta delle meraviglie che offre il Belpaese. Questa guida realizzata da Trenitalia in collaborazione con la Commissione Italiana per l’Unesco è un progetto editoriale che mira alla valorizzazione della penisola, da nord a sud, promuovendo soprattutto l’idea di un viaggio in linea con le tendenze del turismo green, legato alla salvaguardia ambientale, grazie all’utilizzo di un mezzo di trasporto romantico e sostenibile come il treno.

Questa preziosa guida di viaggio illustra i numerosi luoghi incantevoli che possono essere visitati grazie ai servizi ferroviari regionali e le Frecce di Trenitalia, partendo dal Piemonte fino ad arrivare alla Sicilia. Tra le pagine del travel book che può essere sfogliato anche online, i siti Unesco del Piemonte (le residenze della casa reale Savoia a Torino, Moncalieri e Racconigi; Sacri Monti del Piemonte-Orta; i paesaggi vitivinicoli; le Langhe-Roero e Monferrato; Ivrea- città industriale del XX secolo), la città di Mantova in Lombardia; in Veneto Venezia e la sua laguna, le città e le ville palladiane, l’orto botanico a Padova, la città di Verona, le Dolomiti, i siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino, Cerea e Peschiera del Garda. In Friuli Venezia Giulia le opere di difesa veneziane e la fortezza di Palmanova. In Liguria le Cinque Terre, Genova - le strade nuove e il sistema del Palazzo dei Rolli. Per quanto riguarda l’Emilia Romagna la guida contiene informazioni su Ferrara, città del Rinascimento e il suo Delta del Po, su Ravenna e i Monumenti Paleocristiani, sulla cattedrale di Modena, la sua Torre Civica e Piazza Grande. In Toscana Firenze e il centro storico, le Ville e i Giardini Medicei, Piazza del Duomo di Pisa e Siena con il centro storico. Le pagine dedicate all’Umbria illustrano Assisi, la Basilica di San Francesco e i siti francescani, i Longobardi in Italia e la Basilica di San Salvatore a Spoleto. Nel Lazio Roma e il suo centro storico e la Villa d’Este di Tivoli. Andando verso sud ci si ferma in Campania, raccontando Napoli e il suo centro storico, la Costiera Amalfitana, Vietri sul Mare, Pompei, Ercolano e Torre Annunziata con le aree archeologiche, la Reggia di Caserta, Paestum e il Cilento. Ultima tappa del viaggio in Sicilia, alla scoperta della Val di Noto e le città tardo barocche, Siracusa, la Palermo arabo-normanna e la cattedrale di Cefalù.

Un lavoro editoriale di pregio che incoraggia a spendere al meglio il tempo libero scoprendo le bellezze d’Italia, patrimonio inestimabile, tutto da vivere, anche grazie ai servizi offerti da Trenitalia. Nel 2018 i viaggi sui treni regionali per il tempo libero sono aumentati dell’8% rispetto all’anno precedente, ciò ha portato ad investire nella valorizzazione delle risorse culturali, Patrimonio Unesco, situate vicino alle stazioni.