fbpx

Tra i progetti per il Programma Marittimo Italia-Francia 2014-2020 grande importanza per il turismo sostenibile a due ruote. In Toscana 10 staffette estive come laboratorio per testare i percorsi e promuovere la diffusione del cicloturismo


Il cicloturismo e la mobilità in bicicletta hanno assunto un ruolo ben definito e di crescente importanza nella valorizzazione dei territori per visitatori e residenti. Anche in Italia si moltiplicano gli interventi di istituzioni di ogni livello per sviluppare e sostenere questo fenomeno attraverso la creazione di ciclovie, piste e itinerari per ciclisti.
Nell'ambito della presentazione del Programma Marittimo Italia-Francia 2014-2020, per cui sono disponibili circa 200 milioni di euro di risorse, si è parlato anche dell'idea di un grande itinerario ciclabile, che coinvolgerà Toscana, Sardegna, Liguria, Corsica e regione Provence-Alpes-Cote d'Azur, al centro di un progetto mirato ad arricchire l'offerta di turismo sostenibile nell'area del Mediterraneo.
Per quanto riguarda la tratta toscana dell'itinerario tirrenico, la fase di progettazione e di studio è ormai avanzata. E all'interno di una sperimentazione progettuale condivisa con le istituzioni pubbliche, i potenziali turisti, gli sportivi e le imprese, l'estate 2015 è chiamata a trasformare la costa della Toscana "in un grande laboratorio capace di testare i percorsi e di promuovere attraverso iniziative ed eventi la pratica del cicloturismo".
Come informa una nota della Regione Toscana, tra luglio e settembre la Pedalata del Tirreno si articolerà su un insieme di eventi che si svilupperanno durante dieci weekend, per concludersi con la manifestazione ciclistica del 20 settembre, inserendosi anche nella Settimana europea della mobilità sostenibile che si terrà dal 16 al 22 settembre 2015.
Oltre alla Regione, il progetto coinvolge il quotidiano "Il Tirreno", l'ANCI, e in particolare i Comuni costieri, la Federazione italiana amici della bicicletta e l'UISP. Tra i territori interessati, oltre alla costa toscana, anche quelli dell'Arno e della Via Francigena con le loro ciclovie già avviate.
Per maggiori informazioni sui progetti cicloturistici dell'estate 2015 in Toscana: http://www.toscana-notizie.it/-/cicloturismo-sono-10-le-staffette-estive-per-conoscere-la-toscana

 

LEGGI ANCHE: Programma Marittimo Italia-Francia, 200 milioni per imprese e turismo sostenibile

La Toscana lancia tre progetti su cicloturismo, enoturismo e matrimoni

Cicloturismo, 4,2 milioni dalla Toscana per la pista dell'Arno

Toscana, la Via Francigena vale il 13% del turismo

Piste ciclabili, Roma presenta il Grande Raccordo Anulare delle Bici