fbpx

Cessione in comodato d'uso gratuito alle istituzioni di vecchie stazioni dismesse; accordo con l'Associazione Italiana Alberghi della Gioventù per iniziative turistiche per giovani, famiglie e disabili; itinerari enogastronomici su carrozze d'epoca. Il gruppo ferroviario italiano investe il proprio patrimonio per la promozione turistica e sociale


Piccole stazioni in comodato, progetti e opportunità per i giovani turisti, itinerari del gusto: sono le nuove iniziative di Trenitalia per la valorizzazione del territorio, del proprio patrimonio e anche di Expo Milano.
"Nelle stazioni classificate nella categoria bronze, più piccole, meno frequentate e inserite in ambiti meno urbanizzati e complessi" spiega un comunicato ufficiale "l'impegno della Società è orientato, da una parte, verso la 'rifunzionalizzazione' e l'ottimale dimensionamento delle aree destinate alle attività prettamente ferroviarie; dall'altra parte – nel contesto delle iniziative di carattere sociale del Gruppo FSI – verso la cessione a Istituzioni del territorio, in comodato d'uso, degli spazi 'non strumentali' da destinare a organizzazioni no profit attive nei diversi settori".
Tali iniziative, oltre ad arricchire la stazione e il territorio di servizi sociali, garantiscono secondo Trenitalia FSI il presenziamento degli edifici e la loro manutenzione corrente, con positivi effetti anche in termini di qualità e decoro. "I contratti di comodato gratuito attivi al 2013 sono circa 450, destinati a crescere soprattutto nell'ambito delle stazioni non presenziate, gestite a distanza da avanzati sistemi tecnologici" spiega ancora la nota che annuncia la cessione in comodato delle piccole stazioni.

Gli immobili FS dismessi da riusare per fini turistici, con attenzione particolare ai giovani e alle famiglie, fanno parte di un'altra iniziativa sociale e territoriale promossa da Trenitalia in questi giorni. Ieri, infatti, è stato siglato l'accordo tra l'amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia, e il presidente nazionale dell'Associazione Italiana Alberghi della Gioventù, Anita Baldi. In base all'accordo, l'AIG s'impegna a proporre il servizio ferroviario offerto da Trenitalia come prima scelta per la mobilità dei propri soci. La società di trasporto del Gruppo FS studierà con AIG sinergie commerciali basate su speciali pacchetti turistici, "treno più ostello", dedicati a scuole, famiglie e gruppi con un'attenzione particolare al mondo della disabilità.
Tra gli obiettivi dell'intesa c'è appunto la riqualificazione di spazi FS inutilizzati, in modo da incrementare nelle città l'offerta di ricettività low cost contribuendo ad arginare, al tempo stesso, fenomeni di degrado urbano. Le società del Gruppo FS Italiane responsabili del patrimonio immobiliare (Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani, Grandi Stazioni e Centostazioni) valuteranno quindi insieme all'Associazione Italiana Alberghi della Gioventù le varie possibilità di riuso di fabbricati inutilizzati e aree dismesse da destinare a scopi turistici, in particolare per i giovani. Saranno anche studiate nuove forme di gestione dei Ferrotel (strutture ricettive riservate ai dipendenti delle Ferrovie dello Stato) a basso load factor, destinando all'AIG, per finalità turistiche, la disponibilità residua. "Gli immobili disponibili potranno essere ceduti in cambio di un corrispettivo (in via prioritaria tramite compravendita oppure in locazione) o, in casi particolari, concessi in comodato d'uso" specifica il comunicato ufficiale.

Intanto, se le vecchie stazioni vengono proposte per fini turistici, lo stesso uso è già attivo per i vecchi treni. "Le Strade Ferrate del Gusto" è la nuova iniziativa di FS che consiste in una serie di eventi speciali, da nord a sud del Belpaese, "con itinerari che coniugano il fascino di un viaggio nel tempo a bordo di carrozze d'epoca, volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, con manifestazioni e degustazioni di prodotti enogastronomici tipici dei luoghi dove il treno arriverà".
Sette viaggi, organizzati in occasione dell'Expo di Milano 2015, coniugando cibo e turismo. La prima tappa sulle strade ferrate del gusto parte domenica 21 giugno, da Palermo Centrale, con destinazione Marsala. "Il treno del vino" prevede un'inedita visita alle storiche Cantine Florio, a Marsala, con una particolare e ricca degustazione di prodotti tipici locali accompagnata dai vini della rinomata Cantina siciliana e seguita dallo spettacolo "In vino veritas" che racconta il vino celebrato in letteratura, poesia e musica. "I partecipanti potranno vivere l'esperienza unica di un'affascinante viaggio sulle 'Centoporte', carrozze degli anni '30 così chiamate per la presenza sulle fiancate delle vetture di numerosi sportelli di accesso, trainate da locomotiva diesel d'epoca".

LEGGI ANCHE: Treni vecchi e lenti, da Siena una buona notizia per il turismo slow

Le ferrovie abbandonate da trasformare in ecoturismo

I fari abbandonati rinascono con un progetto nazionale per turismo e cultura

 

Fonte foto: fsnews