fbpx

Gli assessori a Istruzione e Turismo della Regione Campania firmano l'accordo in virtù del quale la Regione stanzia 350.000 euro di agevolazioni agli istituti superiori per sostenere il turismo scolastico sul territorio

Gli assessori regionali all'Istruzione, Caterina Miraglia, e al Turismo, Pasquale Sommese, hanno sottoscritto con il direttore scolastico regionale, Luisa Franzese, un protocollo di intesa con cui vengono concesse agevolazioni per la realizzazione di iniziative di turismo scolastico.
La somma messa a disposizione, spiegano dall'agenzia di stampa regionale campana, è al momento pari a 350.000 euro, ma la Regione si è impegnata a destinare eventuali ulteriori risorse finanziarie che dovessero rendersi disponibili.
L'ammontare massimo del contributo è pari a 3000 euro per gli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado della Campania, e a 3500 euro per gli istituti di pari livello italiani e degli altri Paesi europei.
In entrambi i casi, per accedere agli incentivi regionali l'escursione deve essere articolata su almeno tre giorni con due pernottamenti in strutture ricettive in Campania, per un gruppo di almeno 50 alunni. Per gruppi di dimensioni inferiori, il contributo è fissato in 60 euro ad alunno per le scuole campane e in 70 euro ad alunno per le altre. Le scuole della Campania che intendono fruire delle agevolazioni devono programmare il viaggio di istruzione in una o più province campane diverse da quella di residenza.
L'obiettivo del finanziamento, spiegano ancora dalla Regione, è promuovere la ricchezza e la varietà dei beni naturalistici, archeologici, storico architettonici e le tradizioni culturali e agroalimentari che caratterizzano il patrimonio culturale della Campania.

LEGGI ANCHE: Turismo sociale e scolastico, i contributi del Parco Aspromonte

Basilicata, nuovo progetto dell'Apt per il turismo scolastico

-100 agli esami. Lo studente Expo 2015 è pronto per la maturità?