fbpx

Dal 2 al 4 ottobre il capoluogo della Toscana ospita il terzo forum Unesco dedicato all'industria culturale. "Un'occasione per rimarcare la collaborazione con l'Unesco" ha detto Franceschini


Sarà Firenze a ospitare la terza edizione del Forum mondiale dell'Unesco su Cultura e industria culturale. L'evento si terrà dal 2 al 4 ottobre prossimi, ed è stato presentato questa mattina a Parigi presso la sede dell'Unesco alla presenza, del sindaco Dario Nardella, di Irina Bokova, direttore generale dell'Unesco, del ministro Dario Franceschini, di Mario Giro, sottosegretario agli Affari esteri e di Sara Nocentini, assessore alla Cultura della Regione Toscana.
"Firenze è orgogliosa e felice di accogliere la terza edizione del Forum mondiale dell'Unesco. Da sempre la nostra città ha visto nella cultura uno dei suoi principali motori di sviluppo: la grande arte, la produzione artigianale, l'innovazione produttiva sono parte integrante della fiorentinità, non solo nel periodo rinascimentale ma anche nei nostri giorni, innervando costantemente la nostra storia. Il Forum rappresenta una piattaforma reale per lo scambio di conoscenze ed esperienze sviluppate in Italia e in altri Paesi del mondo che vogliono dimostrare il potenziale e il dinamismo del settore culturale e creativo che non può essere misurato solo in termini di percentuale del Pil, ma deve essere soprattutto analizzato e interpretato per la sua influenza sulla capacità di trasformare la società e i suoi attori" è il commento del sindaco Nardella.
Al Forum saranno presenti i ministri della cultura di numerosi Paesi, dall'Ecuador alla Serbia e al Marocco, e con la partecipazione del ministro degli Affari civili della Bosnia Erzegovina: insieme parteciperanno alla discussione sulla definizione dell'agenda post 2015. Il Forum riunisce le eccellenze politiche, accademiche e imprenditoriali legate al mondo della cultura e della creatività con l'obiettivo di contribuire a promuovere e fornire un'occasione di riflessione sulle principali questioni che legano il settore culturale e lo sviluppo sociale, economico e urbano nel mondo contemporaneo. L'evento prevede l'approfondimento e la discussione attraverso workshop su sei diverse tematiche che spaziano dalla valorizzazione del patrimonio culturale alla crescita delle industrie creative, dal ruolo della cultura nella coesione sociale allo sviluppo di innovazione nel settore culturale.
"L'Italia è orgogliosa di ospitare il terzo forum mondiale dell'Unesco sulla cultura e le industrie culturali. È un'occasione importante che servirà a rimarcare l'importanza della cultura e del turismo quali fattori di crescita delle economie mondiali e di promozione dello sviluppo sostenibile grazie alla capacità di creare valore aggiunto e stimolare l'occupazione e l'innovazione" ha dichiarato il ministro Franceschini, secondo cui "l'appuntamento di Firenze è un occasione importante per rimarcare la stretta collaborazione tra il Governo italiano e l'Unesco ed è significativo che avvenga proprio durante il semestre di presidenza italiana che ha messo cultura e turismo al centro delle scelte politiche comunitarie".

 

LEGGI ANCHE: Turismo culturale, in Piemonte 31 buyer da tutto il mondo

Anci e Mibact insieme per promuovere cultura e turismo