fbpx

Clean up the Med: Legambiente convoca migliaia di volontari per pulire le spiagge italiane 

Le coste della penisola si estendono per 7458 km. Nell’estate 1985 Michele Serra attraversa il paese da Ventimiglia a Trieste, radiografando l’Italia attraverso le sue spiagge: per tutto agosto escono i suoi racconti sull’Unità che poi diventano il libro “Tutti al Mare” , un affresco di luoghi, persone, abitudini e sfaceli di un’Italia balneare. Trent’anni dopo, le notizie delle spiagge d’Italia riflettono una tendenza bipolare: se da una parte le bandiere sono sempre più blu, grazie al record di 269 riconosciuto recentemente dalla Fondazione per l’educazione Ambientale (FEE), Legambiente alza bandiera gialla, giallo plastica. Un mare di plastica che fa male agli ecosistemi marini e all’appeal delle spiagge italiane, soprattutto in chiave turistica. Legambiente ha curato uno studio sulla beach litter, secondo il protocollo del Ministero dell’Ambiente e di Ispra, nell’ambito della campagna Clean Up The Med, che nel corso del weekend ha visto migliaia di volontari, giovani delle scuole e cittadini sensibili al tema, riversarsi sulle coste della grande piscina mediterranea dalla Grecia al Portogallo per pulire il grande mare. Obbiettivo è definire una Marine Strategy, un piano comune tra i paesi del Mediterraneo e tra i settori strategici che si occupano del mare.

In Italia, sono state monitorate 24 spiagge italiane: la plastica è la regina dei rifiuti, molto usata dai bagnanti con le shopper e le stoviglie, ma anche da oggetti usati nella pesca come reti, galleggianti, fili da pesca, polistorolo che rischiano di imprigionare uccelli, tartarughe e pesci nelle reti; inoltre le microplastiche sono la causa del disequilibrio della catena alimentare e pericolo per l’ecosistema marino nel suo insieme. Poco virtuosi i fumatori che con i mozziconi  abbandonati creano un tappeto di sigarette sulle spiagge italiane, numerosi anche i metalli e i rifiuti sanitari.

Per truccarsi e prepararsi ad accogliere il turismo balneare dell’estate 2014, il programma Spiagge e Fondali Puliti di Legambiente prosegue nei prossimi weekend: appuntamenti lungo le coste della penisola e anche in parchi e in riva ai laghi.

Qui il calendario degli appuntamenti dei prossimi weekend. 

 

LEGGI ANCHE:

Spiagge pulite record: 269 bandiere blu in Italia

Pasqua (e non solo) al mare per i volontari di Legambiente

Assohotel e Legambiente rinnovano il loro impegno per alberghi più verdi