fbpx

 All’ITB di Berlino, grande dinamismo del turista tedesco e buone notizie per l’incoming italiano

 Le roulotte parcheggiate a bordo dei laghi e lungo la riviera romagnola, le schiene scottate e il segno delle canottiere, i sandali sopra i calzini: immagini e stereotipi che con l'arrivo dei turisti tedeschi hanno portato grandi affari ai territori italiani. Oggi che la Germania è la spina dorsale dell'economia europea, produce il 28% del PIL dell'intera area Euro, il turismo macina grandi numeri nell'incoming. Il clima di generale ottimismo tedesco si respira da oggi a Berlino, dove ha inaugurato la ITB - Internationale Tourismus-Börse - ed è testimoniato dal trend dei consumi dei turisti tedeschi. Ma dove vanno in vacanza i tedeschi nel 2014? Soprattutto in Germania, profeti in patria, i viaggiatori nazionali costituiscono quasi un terzo dei 70 milioni di pernottamenti totali sul territorio nazionale.

 

Per quanto riguarda l'outgoing buone notizie per il belpaese: l'Italia è il secondo mercato dopo la Spagna. Secondo l'ISTAT, la Germania infatti rimane il principale paese generatore di flussi verso l'Italia che registra negli ultimi anni un trend di crescita costante. I grandi laghi Como, Garda, Maggiore e le coste dell'alto Adriatico Veneta e Friulana, Riviera Romagnola e marchigiana restano le mete top della destinazione Italia per i tedeschi ; le mete emergenti del mare sono Sicilia, Campania, Puglia, tra le città d'arte le classiche Roma, Firenze, Venezia insieme a Milano e Napoli, molto competitiva anche la destinazione montagna, soprattutto Dolomiti e Piemonte.

 

Il mare delle Canarie e della Baleari contro Puglia e Sardegna evidenzia la lotta Spagna-Italia per la supremazia sul turismo trendy germanico, ma i tedeschi amano molto anche la Croazia, tra le destinazioni in ascesa, così come Turchia e Francia. Si registra dunque una "multiopzionalità" della scelta e lo stesso vale per la tipologia di vacanza: si evidenzia una domanda crescente per prodotti di nicchia come la crociera sul fiume e in mare aperto, la vacanza attiva (bicicletta, golf, trekking, escursioni, sport ad acqua), shopping e vacanza benessere. Resistono i grandi classici: la vacanza balneare, la vacanza in famiglia, natura e relax. Un classico, come gli stereotipi dei tedeschi in Italia, che ancora oggi scendono in lungo e in largo per i territori della penisola.

 

LEGGI ANCHE: 

ITB, Berlino apre le porte al mondo con ottimismo

L'amore della Germania per la Puglia

ITB di Berlino: l’Italia all’attacco

 

 

(Fonte foto)