fbpx
google made in italy

È dedicata alle eccellenze agroalimentari e artigianali del nostro Paese l'iniziativa del Google Cultural Institute. Un progetto che nasce per digitalizzare il made in Italy, sempre più ricercato in rete (+12% nell'ultimo anno)
"Scopri i tesori nascosti, le passioni e le tradizioni del Made in Italy. Lasciati stupire dalle informazioni più curiose relative ai tipici prodotti italiani. Esplora la mappa per iniziare il viaggio. Se sei un imprenditore, seguendo il link "Casi di successo" potrai anche accedere a risorse utili per sfruttare il potenziale del Web a vantaggio del tuo business"
Si apre così il messaggio che Google dedica agli amanti del made in Italy che navigano in rete: già dalla home page di google.it, infatti, un link rimanda al progetto che il gigante di Mountain View ha messo in piedi, con la collaborazione di Unioncamere e del Ministero per le Politiche Agricole italiano, per promuovere le eccellenze dell'agroalimentare e dell'artigianato del Belpaese. Il progetto Google Cultural Institute dedicato al made in Italy, infatti, nasce con l'obiettivo di mostrare digitalmente le eccellenze italiane, attraverso i tesori nascosti, le passioni e le più grandi tradizioni del nostro Paese. Nell'area "Casi di successo", inoltre, è possibile accedere a una serie di risorse per sfruttare al meglio il potenziale offerto dal web e capire come utilizzarlo a vantaggio di attività imprenditoriali.
Navigando le pagine del Google Cultural Institute dedicato all'Italia, si possono esplorare i luoghi di produzione dei prodotti alimentari e artigianali d'eccellenza del nostro territorio, da Nord a Sud, con una mappa interattiva, video e immagini. "Un progetto in grado di portare grande valore aggiunto al Paese: l'export è una leva fondamentale per uscire dalla crisi" ha spiegato Carlo D'Asaro Biondo, presidente Sud e Est Europa, Medio Oriente e Africa di Google.
Il colosso di Mountain View, inoltre, ha stabilito di finanziare venti borse di studio che porteranno giovani esperti di tecnologia nelle aziende dei distretti industriali. Il progetto era stato già annunciato a ottobre, quando il presidente di Google, Eric Schmidt, era giunto a Roma promettendo l'impegno per la digitalizzazione del made in Italy. Nel 2013, del resto, a livello mondiale le ricerche collegate a prodotti del nostro Paese sono cresciute del 12%, con picchi di crescita in realtà emergenti come India o Emirati Arabi. Un'indagine compiuta dal Boston Consulting Group, inoltre, ha mostrato che le piccole e medie aziende italiane attive online hanno registrato un fatturato in crescita dell'1,2%, nonostante la crisi economica internazionale.
Una straordinaria opportunità per il tessuto economico del nostro Paese, un impegno di un colosso come Google sul nostro territorio che, soprattutto dopo le polemiche nate dal New York Times sull'olio extravergine, non può che giovare all'immagine dell'Italia.

 

LEGGI ANCHE: Bruno Caprioli - Quando la banda larga passerà... Google in Italia investirà

Il caso Expedia: Google punisce i furbetti della rete

Tutelare un patrimonio italiano: il cibo