fbpx

Far conoscere le eccellenze nascoste dell’Italia, diffondere tra gli imprenditori le competenze digitali, valorizzare i giovani come promotori della transizione digitale dell’economia italiana” potrebbe sembrare il piano d’attacco del governo, invece queste sono le parole di un “privato” che lavora per una grande azienda privata. Lui è Eric Schmidt, ed è il presidente esecutivo di Google. Giunto a Roma in occasione di “Big Tent Made in Italy: la sfida digitale”, evento organizzato da Mountain View in collaborazione con Unioncamere, Schmidt ha promesso: Google investirà in Italia.

A una condizione, però: “Il Governo dovrà garantire la banda larga veloce ovunque, nulla può accadere senza questo”, come riporta il Corriere della Sera. Sempre il Corsera riporta un altro dato che dovrebbe spronare le istituzioni sulla strada della banda larga: “Secondo il Politecnico di Milano, l’approccio ancora morbido al digitale ci costa un miliardo di euro al mese”.

 

Quando la banda passò nel cielo il sole spuntò” cantava Mina, ben prima di Internet. Da parte nostra, una grande speranza: che Google ce la mandi buona.

 

Bruno Caprioli - Mailander

Twitter: @capriolibruno