fbpx

La Sicilia punta sul progetto avviato quasi un anno fa come fiore all'occhiello in vista dell'Esposizione Universale di Milano. "Sarà un modo per coinvolgere tante persone e tante realtà territoriali" dice l'assessore Vancheri


Animare un territorio a prescindere dai contributi favorendo il turismo culturale: questo in sintesi lo spirito con cui è nato il progetto denominato "Strada degli Scrittori". Una strada che attraversa i borghi e le località dove sono nati e vissuti alcuni dei più grandi letterati siciliani, e che porta dall'agrigentino addirittura a Milano per Expo 2015.
"Abbiamo capito subito che era uno dei progetti da sviluppare non soltanto per il territorio interessato. È un modo per animare il territorio attraverso progetti territoriali che esulano dal semplice e, molto spesso, sterile pensiero, secondo cui prima arrivano i contributi e poi possono partire i progetti" ha affermato Linda Vancheri, assessore regionale delle Attività produttive. "La Strada degli Scrittori è un progetto d'eccellenza perché parte ancora prima che la Regione attrezzi la macchina finanziaria per portarlo avanti" tanto che, spiega Vancheri, "abbiamo deciso di puntare sulla Strada degli Scrittori anche pensando al nostro grande progetto per Expo 2015. Dagli organizzatori di Expo è stata selezionata quest'idea come una delle migliori iniziative trovate nella presentazione avvenuta a Palermo. La Strada degli Scrittori è un progetto territoriale che accomuna non soltanto le attività produttive, ma anche il turismo, l'agricoltura, con tutte le eccellenze dei nostri territori".
"Sarà un modo per integrare le attività dei vari dipartimenti della Regione e per sviluppare tutti gli strumenti più efficaci e più strategici in grado di coinvolgere tante persone e tante realtà, in un territorio in cui molti giovani potranno cominciare a sprigionare creatività e avanzare qualche proposta per far nascere nuove imprese" è quindi l'auspicio di Vancheri, espresso a Caltanissetta durante terza tappa del Grand Tour dei Saperi e dei Sapori della Strada degli Scrittori: "Speriamo anche di poter avere in Expo un testimonial d'eccezione di questo progetto".
Il Grand Tour fa tappa oggi a Porto Empedocle per parlare di Andrea Camilleri, il 9 a Favara per Antonio Russello, il 10 nella Valle dei Templi per Luigi Pirandello e Enzo Lauretta, scomparso il mese scorso, quindi puntata a Sciacca l'11 settembre per la presentazione di quattro cortometraggi sugli scrittori (Pirandello, Camilleri, Tomasi di Lampedusa e Sciascia) a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo e con l'egida di Sicilia FilmCommission. La chiusura sarà a Racalmuto, terra di Leonardo Sciascia (v. foto), il 12 settembre.

 

 

LEGGI ANCHE: In Sicilia nasce la “Strada degli scrittori”

Tra innovazione e integrazione, nel segno dell'Expo

Expo, affari per 24 miliardi di euro