fbpx

È ancora lei, la Puglia, a ricevere apprezzamenti e riconoscimenti da tutto il mondo. Ultimo in ordine di tempo, quello del National Geographic, che si va ad accodare agli attestati di Lonely Planet e New York Post.


"I trulli di Alberobello campeggiano nella copertina della sezione Travel dell'edizione internazionale di National Geographic che annuncia le 21 mete turistiche da non perdere per il 2014" si legge nel sito italiano della prestigiosa rivista. "Una copertina guadagnata e che trova riscontro anche nella classifica annuale di Lonely Planet, la guida turistica più venduta al mondo, dove al secondo posto fra le top ten "best value travel destinations in the world for 2014" c'è ancora la Puglia" prosegue la nota.
Il tacco d'Italia è quindi al Top nella classifica dei Best Trips, i migliori viaggi consigliati dal National Geographic, ma anche al secondo posto nella classifica annuale di Lonely Planet nella graduatoria riguardante le migliori località turistiche mondiali per il 2014. "La Puglia" si legge tra le motivazioni del National Geographic "vanta il meglio dell'Italia meridionale: i ritmi di vita, le tradizioni, la bellezza dei luoghi. Indomita".
Un riconoscimento di estremo prestigio per la regione italiana, commentata così da Silvia Godelli, assessore regionale al Turismo: "Questi prestigiosi riconoscimenti internazionali hanno uno straordinario valore dal punto di vista della comunicazione e dell'immagine. La Puglia va a raccogliere i frutti di un lavoro intenso, che richiede molto impegno per lanciare con efficacia il brand sui mercati esteri: la Puglia come terra dove è possibile vivere un'esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua dimensione rurale e moderna insieme, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia. Faremo sì che questi riconoscimenti si trasformino in numeri importanti in termini di arrivi e presenze turistiche: è evidente che la direzione che abbiamo intrapreso è quella giusta e continueremo a seguirla tutti insieme, con Pugliapromozione, con i territori e con gli operatori turistici pugliesi". E proprio da Pugliapromozione arriva il commento del direttore generale Giancarlo Piccirillo: "Essere nella lista dei Best Trips di National Geografic e delle migliori destinazioni turistiche di Lonely Planet conferma che la nostra strategia di comunicazione sta cogliendo i risultati attesi". Piccirillo spiega: "Nel 2013 Pugliapromozione, soprattutto con il Buy Puglia, ha puntato a far conoscere la Puglia come 'esperienza' autentica prevalentemente sui mercati esteri, ha dato supporto alle troupe televisive straniere come la TVE spagnola, la TV di stato russa e quella giapponese giunte da noi per 'girare' la Puglia e mandare sul satellite programmi visti in tutto il mondo. Abbiamo inoltre puntato sul coinvolgimento dei social media, con importanti ricadute di visibilità in termini di engagement sulla stampa, sui social network e nelle conversazioni online".


L'incoronazione della Puglia come best Trip per il 2014, del resto, è solo l'ultima di una serie di attestati che hanno premiato il lavoro svolto in Puglia negli ultimi anni. A settembre, ad esempio, era uscito un più che lusinghiero articolo sul New York Post, dal titolo "Italy's Magical Puglia Region", in cui venivano esaltati in particolar modo i vini della regione italiana. E poche settimane fa anche la celeberrima guida Lonely Planet aveva inserito la Puglia tra le mete migliori per il 2014: "Quest'anno, guarda a sud", consigliava LP, secondo cui "il Tacco d'Italia ha probabilmente le migliori spiagge del paese, borghi e antichi luoghi: favolosa cucina, semplice, gustosa ed economica e un ritmo di vita rilassato".

 

LEGGI ANCHE: Puglia, Sardegna e Sicilia le regioni più felici dell'estate 2013

L'amore della Germania per la Puglia

"Il viaggio è un desiderio" parola di Lonely Planet

Gli spaventosi effetti dello scioglimento dei ghiacci

Damir Biuklic: Dinosauri del turismo?