fbpx

5 milioni di euro per favorire l'inserimento lavorativo, creare nuove figure professionali e finanziare la preparazione degli addetti ai lavori

Un bando da 5 milioni di euro per accrescere la competitività del territorio, grazie alla formazione dei lavoratori del settore turistico. La formazione è uno degli elementi fondamentali per essere competitivi dal punto di vista lavorativo. In Liguria si punta molto sul turismo per far crescere il territorio sotto tutti i punti di vista, infatti è stato aperto un bando da cinque milioni di euro complessivi, provenienti dal Programma Operativo FSE 2014-2020, volto proprio a sviluppare le competenze del settore turistico. Il provvedimento si divide in due linee: la prima con una dotazione finanziaria di quattro milioni di euro è rivolta all’inserimento lavorativo di disoccupati, siano essi giovani o adulti, i quali dovranno seguire un percorso formativo, finalizzato alla creazione di nuove figure professionali; la seconda linea è rivolta alla formazione continua e all’aggiornamento degli addetti ai lavori, con una dotazione di un milione di euro.

L’occupazione è una delle prime emergenze in Italia e la Liguria attraverso questi interventi mira a far crescere la regione, con una formazione orientata ai bisogni delle imprese e all’incremento delle competenze dei disoccupati, al fine di avere maggiori possibilità di impiego. Le figure professionali che potranno essere formate grazie ai finanziamenti sono tra le altre: l’accompagnatore di turisti con esigenze speciali, l’accompagnatore cicloturistico, il manutentore di strutture ricettive, il governante ai piani e lo chef. I progetti che prenderanno in considerazione la formazione di queste figure, otterranno un punteggio maggiore in graduatoria. Inoltre le aziende che decideranno di assumere personale che ha frequentato questi corsi, avranno diritto ad un bonus occupazionale. Le domande di accesso ai finanziamenti potranno essere presentate da enti formativi accreditati e da associazioni temporanee di imprese che comprendano anche un organismo formativo accreditato. Una eventuale seconda domanda è ammessa solo nel caso in cui ci sia una previsione occupazionale garantita del 30%. La formazione diventa dunque un volano per la crescita dell’economia dei territori, dal momento che una maggiore qualità degli addetti ai lavori denota una maggiore qualità del sistema turistico complessivo, rendendo la Liguria una destinazione competitiva ed appetibile.