fbpx

Il clima mite in Liguria offre giardini fioriti anche in inverno e percorsi turistici, dalla Costa Azzurra alla Riviera dei Fiori, in parchi e ville realizzati tra Rinascimento e Novecento

In questi giorni di mareggiate, «sweel» nel gergo del surf, la Liguria ha fatto notizia soprattutto per le condizioni meteorologiche ottime per gli amanti dello sport da tavola. Ma tra un’onda e l’altra, non è passata inosservata l’iniziativa della Regione Liguria chiamata Ligurian Gardens, già apprezzata in occasione dell’ultima edizione della Fiera Internazionale del Turismo di Rimini.

Villa della Pergola ad Alassio, Villa Durazzo Pallavicini a Genova Pegli, Villa Serra di Comago a Sant'Olcese, l'Abbazia della Cervara di San Girolamo al Monte di Portofino e Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure sono i cinque i giardini storici che fanno parte di Ligurian Gardens, il network, che si articola in un itinerario alla scoperta di parchi realizzati tra il Rinascimento e il Novecento in Liguria.

{youtube}6HaVa1KtD2E{/youtube}

"I giardini, le ville e i parchi storici sono una risorsa straordinaria della nostra regione, con potenzialità ancora in parte inespresse – ha dichiarato Gianni Berrino, assessore al Turismo della Regione Liguria –. L'itinerario storico-culturale, paesaggistico e botanico proposto da Ligurian Gardens coinvolge due province, da Savona al Tigullio, toccando località affacciate sul mare che, per il loro clima mite, possono essere visitate in ogni mese dell'anno, con giardini fioriti anche in inverno. Come Regione crediamo molto nella promozione dei giardini storici, sia come meta di visita di appassionati del genere, sia come possibile location per eventi pubblici e privati".
Oltre al Ligurian Gardens la Liguria punta anche sul progetto europeo Jardival, finalizzato alla valorizzazione di ville storiche dell'estremo Ponente, creando un percorso transfrontaliero dalla Costa Azzurra alla Riviera dei Fiori.