fbpx

500.000 euro dal fondo strategico regionale per le imprese che puntano sull'inovazione e sul turismo esperienziale ligure: cibo, artigianato, accoglienza e lavori edili tra gli interventi ammessi a finanziamento

La Regione Liguria considera il turismo un settore chiave per lo sviluppo economico e ha approvato un bando che mette a disposizione degli operatori 500 mila euro, con lo scopo di accrescere la qualità dei servizi offerti, in modo da essere sempre più competitivi.

Il Bando attingerà dal Fondo Strategico Regionale ed è rivolto alle imprese del settore turistico, siano esse micro, piccole o medie, l’importante è che puntino sull’innovazione e sui prodotti esperienziali, per consentire al turista un viaggio alla scoperta delle peculiarità del territorio. Gli interventi ammissibili a finanziamento possono riguardare la progettazione di lavori edili e opere murarie, la realizzazione di impianti volti al miglioramento dell’accoglienza, anche di persone con disabilità, la dotazione di hardware e software per erogare e promuovere servizi e la creazione di percorsi e laboratori legati al cibo e all’artigianato locale, fiori all’occhiello della Liguria.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 13 aprile 2018, fino al 14 maggio 2018 e in modalità offline a partire dal 15 marzo; i finanziamenti erogabili partono da un minimo di 10 mila euro, fino ad un massimo di 50 mila euro e sono ammesse a partecipare micro, piccole e medie imprese singole oppure in partnership, con un minimo di tre imprese associate, inoltre possono presentare domanda i consorzi che operano nel turismo e hanno sede in Liguria. Inoltre saranno presentati a breve dei nuovi bandi dedicati ai Comuni che hanno aderito al Patto per il Turismo, che prevedono un finanziamento di 1,5 milioni di euro, di cui 300 mila euro destinati ai Comuni con meno di 5000 abitanti, con lo scopo di creare aree e percorsi pedonali, parchi urbani, percorsi escursionistici e ciclabili. Questi provvedimenti permetteranno ai borghi liguri di essere attrattivi ed accoglienti, ponendo le basi per un turismo di qualità, legato al sempre maggiore interesse per i viaggi di tipo esperienziale dove il contatto del turista con il territorio diventa sempre più stretto.