fbpx
viaggiatori cinesi

Sembra inarrestabile la crescita del turismo proveniente dalla Cina: nel 2013, infatti, i cinesi che hanno effettuato viaggi all'estero sono stati 97 milioni, ben 14 milioni in più rispetto al 2012. E anche per il 2014 si registrerà un ulteriore incremento dei turisti cinesi nel mondo, grazie alle prospettive di crescita della classe media.


A riferire questi dati è il quotidiano China Daily, che fa riferimento ai dati dell'Amministrazione nazionale del turismo di Pechino. Mentre l'UNWTO, l'Organizzazione mondiale del Turismo dell'Onu, ha calcolato che nel 2012 i cinesi che hanno viaggiato oltreconfine hanno speso 102 miliardi di dollari, cifra che colloca i turisti cinesi tra quelli con maggiore propensione di spesa nel mondo. Song Rui, direttore del Centro di Ricerca che ha elaborato questi dati, sul tema ha commentato: "I turisti cinesi spendono così tanto all'estero che alcuni stranieri ci chiamano 'portafogli che camminano'".

 

 

E l'Italia, ovviamente, avrebbe molto da guadagnarci se aumentasse la propria attrattività nei confronti di questi viaggiatori, considerando che sempre più cinesi guardano all'Italia per le vacanze. Qualche tempo fa, per il terzo anno consecutivo, i lettori cinesi della rivista di settore Travel&Leisure hanno infatti premiato il nostro Paese come destinazione preferita per i loro viaggi, e nello stesso periodo l'Enit ha inaugurato la sua nuova sede di Pechino.

G.D.

 

LEGGI ANCHE: La Cina è lontana, e la colpa è dell’Italia

Turismo, il boom della Cina in Italia: +30% di visti

I turisti cinesi abbandonano i torpedoni

Il turismo italiano che parla sempre più russo e cinese

 

(fonte foto)