fbpx

Diventano strategici per il turismo in Friuli Venezia Giulia i percorsi per chi ama il turismo lento, i camminatori che cercano l’immersione nella spiritualità e nella storia

Camminare nella fede è una forma di turismo che si sta sviluppando molto. Dallo straordinario ‘boom’ del Cammino di Santiago de Compostela si riscoprono antichi percorsi e in tutta Europa le vie del pellegrinaggio richiamano turisti che vogliono vivere l’immersione nella spiritualità abbinata a emozioni storiche, culturali e paesaggistiche. Approfittando di un bando del 2016 per contributi europei, Carinzia e Friuli Venezia Giulia hanno sviluppato un progetto Interreg Italia-Austria denominato "Riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio fra Carinzia e Friuli Venezia Giulia: l'arte del cammino WalKartFvg".

Il progetto, guidato dalla Comunità Collinare del Friuli che l'ha ideato, ha come partner Promoturismo Fvg e Kärnten Mitte, ente che promuove il turismo nella parte centrale della Carinzia, e può contare su un budget di circa un milione di euro. A carico del consorzio dei 15 Comuni della Collinare sono 449.421 euro, 382mila sono fondi europei, 67mila dalla Collinare, 220mila da PromoTurismo Fvg e il rimanente imputato a Kärnten Mitte che investirà fondi propri per 82mila euro e ne riceverà 247 mila come contributo europeo.

L’obiettivo è dare una svolta e rafforzare il turismo legato ai cammini lungo le antiche vie di pellegrinaggio e di conseguenza sviluppare infrastrutture e servizi di accoglienza per quelle migliaia di persone che vogliono attraversare il territorio per ritrovare sensazioni dimenticate. Secondo Sergio Bolzonello, vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, attorno a questo progetto sarà possibile far nascere nuova imprenditorialità, acquisire mentalità d’impresa e creare nuovi posti di lavoro.

Le attività di WalKartFvg dovranno concludersi entro il 31 luglio 2019. In questi due anni, saranno prioritarie le strategie volte a promuovere e finanziare la segnaletica e la pubblicistica e una rete di ospitalità diffusa lungo le principali arterie individuate, con soste che siano a portata del camminatore e mirate per questo tipo di turismo. Saranno quindi programmate attività di formazione degli operatori turistici e conferenze conoscitive e di divulgazione nonché approntate guide, mappe, un portale web e una app per smartphone e tablet per i camminatori dei due versanti.

Un evento di lancio del progetto WalKartFvg si svolgerà il prossimo 18 marzo a San Daniele del Friuli nell'ambito della seconda edizione degli Stati Generali dei Cammini del Friuli Venezia Giulia (17-19 marzo).